logo1

Paolo Ottone: “Dopo ieri meritiamo 10 edizioni col sole”

paolo ottonePaolo Ottone il giorno dopo la Lago Maggiore Marathon più ‘difficile’ della storia, corsa tra pioggia e vento: “Grazie alle forze dell’ordine ed ai volontari, siamo arrivati in fondo in una giornata davvero complicata, ci meritiamo il sole per le prossime 10 edizioni”

Paolo Ottone organizza eventi di alto livello sportivo nel territorio ormai da 11 anni. Era il 2008 quando Sergey Lebid vinse la prima Lago Maggiore Half Marathon, era il 2011 quando si corse la prima Lago Maggiore Marathon da Arona a Verbania. Ci piace essere un pochino come i francesi; sciovinisti, ovvero amanti delle nostre cose. In Italia ci sono maratone storiche, pensiamo a quelle di Roma, Venezia, Firenze, Milano, Carpi. Tutte manifestazioni dal peso specifico storico impressionante, la ‘LMM’ e pure la ‘LMHM’ hanno uno scenario impareggiabile e vanno annoverate perlomeno tra le maratone paesaggisticamente più belle, insomma noi ce le vediamo alla pari (va beh sciovinismo suvvia) delle altre. Nel giorno in cui si sono corsi ‘anche’ i 42.195 km più famosi del mondo con la partenza da Staten Island, attraverso il Ponte di Verrazzano e poi attraverso Brooklyn, Broadway, Long Island, Queens, Manhattan e conclusione in Central Park, insomma quelli della New York City Marathon si è corsa anche una ‘difficile’ Maratona del Lago: pioggia e vento basta per comprendere il perché della parola ‘difficile’. Lo abbiamo sentito nel post gara Paolo Ottone /stavolta in testa alla corsa ma in auto e non in bicicletta), stanco ma contento: “E’ stata una giornata durissima – ha detto – perché gestire un percorso così lungo non è già facile e se ci mettiamo poggia e vento insieme è stato ancora più difficile. Ce l’abbiamo fatta e una certa soddisfazione c’è, ora ci sentiamo un pochino in credito col meteo e per i prossimi dieci anni vorremmo avere il sole”. Ringraziamenti necessari: “Non posso che dire un grazie alle forze dell’ordine su tutto il tracciato – spiega – per non parlare dei volontari Anche grazie a loro abbiamo finito positivamente lavorando in condizioni dure non si può che essere comunque soddisfatti”. Sotto la pioggia quasi 1600 partenti nelle varie gare, una maratona forse non di alto livello (mancavano gli africani ed i big italiani) ma di certo non meno partecipata: “Si nonostante il maltempo non abbiamo perso tantissimo, ovvio che se ci fosse stato il sole sarebbero partiti molti più atleti, il budget non ci ha permesso di avere atleti africani veloci al via, quelli torneranno alla Mezza Maratona”. Si, è già tempo di pensare alla 11^ Lago Maggiore Half Marathon del Marzo 2018: “Esatto anche se ora come ore l’unica cosa che vorrei per quel giorno è il sole”.

GT

Pin It

Web TV

In evidenza

Giovedì, 16 Novembre 2017
Il 1 dicembre Vco Top Race Galà
Domenica, 05 Novembre 2017
LMM: dalla pioggia spunta Mascherpa
Venerdì, 03 Novembre 2017
Montanera ospite della profumeria Miki 2
Martedì, 24 Ottobre 2017
Utlo, numeri da record
Mercoledì, 11 Ottobre 2017
Caddese protagonista

Pubblicità-sport

loghi sport

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa