logo1

Firenze passa al PalaRaccagni 81-68

poliopposti logo

Non riesce il colpaccio alla Vinavil Cipir: Domo paga dazio contro la Fiorentina per 81-68, ma gioca comunque una buona partita nonostante l’enorme differenza tecnica e fisica tra le due compagini.

Due graditi ritorni per la Vinavil Cipir: ci sono infatti l’ultimo arrivato Fornara, uno degli artefici della promozione della scorsa stagione e Daniele D’Andrea, che si spera si sia messo definitivamente alle spalle i guai al ginocchio che lo hanno condizionato negli ultimi due anni. Firenze dal canto suo arriva a Domodossola con qualche polemica interna, acuita dalle tre sconfitte nelle ultime cinque partite che sono costate ai viola il primato a vantaggio della Paffoni. Senza paura in avvio Domo, che con due triple di Rovere doppia i gigliati sul 12-6 che poco dopo diventa 14-8. Firenze piazza pero’ un immediato 8-0 di parziale che vale il sorpasso sul 14-16: al 10’ è perfetta parità a quota 17. Ospiti che provano ad aumentare i ritmi nel secondo quarto, anche perché Vico si carica la squadra sulle spalle: 9 punti per lui nel periodo e la squadra di Niccolai si prende un margine di 7 punti. Finale di secondo periodo con tecnico a Niccolai ed antisportivo a Bianconi: Domo ne approfitta solo parzialmente, con tre errori dalla lunetta. A metà gara guida la Fiorentina 39-34. Sembra poter scappare la truppa gigliata in avvio di secondo tempo, quando Vico colpisce prima in contropiede e poi dall’arco per il più 12. Ma Domo non ci sta: ritorna nel match, con un super Ballabio e con l’energia di Fornara. I padroni di casa risalgono fino al meno tre ed al 30’ e’ tutto aperto sul 55-60. E’ Bastone l’uomo che sposta l’inerzia dalla parte viola: sono i suoi canestri nell’ultimo periodo a mandare in orbita Firenze, che prende un buon margine e lo mantiene fino alla fine: 81-68.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa