logo1

La Paffoni tiene testa a Biella per almeno 30'

Una Paffoni convincente quella che esce sconfitta per 68-54 al PalaBattisti contro Biella. Senza Milani e Torgano, cusiani agganciati agli avversari per almeno tre quarti

di pizzo

 

Alla palla a due ci sono Simoncelli, Benedusi, Torgano, Arrigoni e Dip per la Paffoni, Ferguson, Uglietti, Bowers, Chiarastella e Tessitori per Biella. Proprio il pivot laniero sblocca la situazione dall’arco dei 6,75. Polveri bagnate per Omegna dalla lunga distanza, con gli errori di Arrigoni, Simoncelli e Benedusi, mentre Chiarastella si costruisce un gioco da tre punti per lo 0-6 dopo 2’. Il primo canestro della Paffoni è di Dip, poi colpisce anche Torgano dalla distanza: due facili di Uglietti ed un piazzato di Bowers spingono Ghizzinardi al primo time out sul punteggio di 10- 5 per l’Eurotrend.  Coach Carrea si affida anche a Pollone e Sgobba, che risponde con un bel canestro dalla media. In difesa però Biella concede un paio di rimbalzi offensivi e  Omegna ne approfitta per ricucire lo strappo. Un’altra carambola offensiva di  Fratto significa meno 4 sul 15-11, con i rossoblu a secco per 3’.  Il digiuno è chiuso da un taglio di Uglietti: al 10’ la Eurotrend guida 20-14. Male l’avvio di secondo quarto per Biella: 5-0 Omegna, Carrea ferma ed inveisce contro i suoi giocatori dopo il meno 1 firmato Dip. La sveglia la suona Bowers: tutto suo il 7-0 per il nuovo allungo ospite. Senza Dip, con i giovane Di Pizzo sul parquet, Tessitori può banchettare. Spazio per l’ultimo arrivato Danna per qualche minuto, ma è sempre Bowers il protagonista.  Anche Sgobba si fa apprezzare, raggiungendo la doppia cifra e portando i suoi sul 32-21 dopo un antisportivo di Arrigoni, che si fa perdonare poco dopo con un gioco da 3 punti. Torna a segnare, dalla lunetta, Ferguson( 1/7 dal campo per lui nei primi 20’ ed un atteggiamento un po’ svogliato), ma Biella pasticcia in attacco ed anche in difesa gli ultimi 2’ del primo tempo non sono un granchè. Quattro di Villa ed una tripla da otto metri di Simoncelli producono il 33-38 dell’intervallo. Bowers con una magia dall’arco e Ferguson per cominciare la ripresa di Biella, cui il riposo sembra aver fatto bene. La tegola per l’Eurotrend è l’infortunio di cui rimane vittima Ferguson dopo uno scontro fortuito con Arrigoni: il play americano esce portato a spalle dai compagni, ma poco dopo in panchina si alza e tranquillizza tutti.   Il vantaggio rossoblu si stabilizza sui dieci punti, anche perché la Paffoni ha le polveri bagnate.  Offensivamente però Biella non è che produca molto di più, anzi per 4’ abbondanti la squadra laniera non vede mai il fondo della retina. Al 30’ è 52-42 Eurotrend. Ultimo quarto con Carrea che sceglie un quintetto atipico con  Danna, Uglietti, Polloe, Sgobba e Tessitori. Il migliore è Uglietti, che firma il massimo vantaggio con un pregevole stap-back per il 57-44 del 33’. Biella va anche a più 18, ma Omegna non demorde e riduce il gap con Dip ed Arrigoni. Al 40’ è 68-54 per i rossoblu

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa