logo1

Federico Buffa a Bogogno, una serata ben riuscita…

bogogno buffaSala polivalente di Bogogno gremita ieri sera nonostante il match mondiale dell’Italia per l’incontro con Federico Buffa che ha spaziato da Muhammad Ali all’NBA, da Platini a Dream Team del 92, da Drazen Petrovic a Michael Jordan a Jesse Owens ed i giochi del 36, sempre creando straordinari  e suggestivi collegamenti.

Nonostante la concomitanza dell’andata degli spareggi di qualificazione mondiale che l’Italia di Ventura ha perso 1-0 in Svezia la sala/palestra polivalente Montessori di Bogogno era esaurita in ogni ordine di posto per la serata con Federico Buffa, volto noto televisivo e giornalistico che durante la serata oltre ad aver presentato il suo libro “Muhammad Ali, un uomo decisivo per uomini decisivi” ha spaziato tra vari momenti e personaggi che ha raccontato a Sky TV. Suggestiva la presenza in sala di Cosimo Pinto, pugile novarese che fu medaglia d’oro a Tokyo 64 e che dunque fu successore nei mediomassimi proprio all’allora Cassius Clay, divenuto poi Muhammad Ali quando abbracciò l’Islam, oro a Roma 60. Suggestiva anche la presenza di Stefano, ragazzi disabile di Giulianova, giunto appositamente dai cugini borgomaneresi per ascoltare Buffa. Alì attraverso il suo lottare per i diritti dei neri ed il suo anticonformismo ha portato il discorso Città del Messico 68 con il celebre guanto nero di John Carlos e Tommie Smith alzato al cielo sul podio, per poi passare alle proteste odierne di Lebron James, di Stephen Curry oltre a quelli dei rugbisti in ginocchio. Ovvio da qui il ricordo di Jesse Owens, l’uomo delle Olimpadi del 36 che Buffa ha raccontato come “il momento che fece cambiare lo sport”. Da li, molto ben imbeccato dal giornalista Gianluca Trentini, il discorso si è portato all’NBA con il punto di rottura di un ‘piano marketing’ e di sviluppo europeo visto nelle Olimpiadi del 92 col Dream Team di Jordan, Johnson, PIppen, Barkley, Stockton, Malone e Bird. Sviluppo che ha portato all’arrivo di giocatori europei a partire da Drazen Petrovic sino ad oggi, con giocatori europei veri e propri idoli della Lega numero uno al mondo. Poi Maradona, Platini e pure qualche pillolina dei prossimi racconti per Sky, su tutti quello della ginnasta cecoslovacca Vera Caslavska. Una serata, voluta dal comune di Bogogno con FRanco POletti in primissimo piano, davvero ben riuscita col tempo passato troppo in fretta.

Pin It

Web TV

In evidenza

Venerdì, 17 Novembre 2017
Ghizzinardi chiama il pubblico
Giovedì, 16 Novembre 2017
Paffoni con Piombino in emergenza
Martedì, 14 Novembre 2017
Arona ko con Pinerolo
Lunedì, 13 Novembre 2017
Nobili sconfitta a Trino
Domenica, 12 Novembre 2017
Gallazzi fa volare la Mamy
Venerdì, 10 Novembre 2017
Mamy in casa contro la Robur Varese

Pubblicità-sport

loghi sport

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa