logo1

Merio, il bianconero nel sangue

calcio merio

Oggi a Omegna abbiamo incontrato Leonardo Merio, il giovane cusiano che gioca nella Primavera della Juve e che Allegri la scorsa settimana ha convocato per la partita di Champions a Siviglia

La sua storia d'amore con la Juve è cominciata dalla culla. E d'altronde, in una famiglia tutta bianconera, non poteva che essere così. Dalla Ramatese Omegna alla Vecchia Signora: la trafila nelle giovanili e, la scorsa settimana, la chiamata per Siviglia da parte di mister Allegri. " All'inizio- ci racconta Leonardo, elegantissimo e per nulla impacciato, sicuro di sè ed educato come pochi- non ci credevo: è dovuto passare qualche istante prima che realizzassi cosa mi aveva detto il mister. Ho toccato il cielo con un dito, perchè essere a fianco di gente come Buffon, Marchisio e Bonucci è stato davvero incredibile". Ma come sono questi mostri sacri da vicino, sul bus ed in aereo, in albergo e nello spogliatoio? " Non sono frasi fatte, ma sono davvero persone speciali. Alla mano, disponibili, sempre pronti a dare un consiglio a noi giovani. E' stata un'esperienza fantastica, che spero di poter ripetere in futuro". Lui che, ironia della sorte, 5 anni fa poteva finire al Torino. " E' vero, avevo fatto dei provini e mi avevano preso. Ma dopo l'ultima amichevole, quando era tutto fatto, è arrivata la chiamata della Juve. E io come potevo dire no alla squadra del mio cuore?- racconta Leo. Tutte le giovanili, anche la maglia della nazionale. " Altra emozione incredibile, indossare l'azzurro ti regala sensazioni uniche- ammette il centrocampista che in molti sostengono essere il clone di Marchisio, fuori e dentro dal campo.  Ed ora, cosa si aspetta dal futuro Leonardo? " Nulla di che, non faccio voli pindarici, vivo giorno per giorno: la speranza di scendere in campo con la maglia della mia Juve sicuramente c'è- conclude. E, nel caso, il numero sarebbe proprio perfetto: perchè il 37 ricorda a Leo il nonno materno, nato proprio in quell'anno e tifosissimo della Juve. Segni del destino, bianconero ovviamente...

Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa