logo1

Serie D, così la situazione iscrizioni

pallone generico

Per andare o rimanere in serie D le Società devono entro venerdì 12 luglio ore 18, formalizzare l’iscrizione al campionato provvedendo on-line, alla compilazione definitiva e relativo invio telematico della relativa richiesta.

Nella lunga lista di richieste a livello di documentazione (Dati società, Organigramma, Campo principale, Copia del Verbale della Assemblea sulle cariche sociali, eventuale statuto sociale vigente -(solo per retrocesse e neopromosse - ecc.) spicca la monetizzazione: tassa associativa (€ 300), diritti d’iscrizione (€ 11.000 + 2.000 per torneo juniores), acconto spese (€ 3.200 a garanzia di eventuali passività sportive). Poi la fideiussione bancaria (€ 31.000) o eventuale proroga di quella giacente. La Lega non accetta assegni bancari in sostituzione. Molto importante, anzi decisiva, la dichiarazione di disponibilità del campo di gioco, secondo il modello predisposto dal Dipartimento Interregionale. Qualche nota in merito: le Società devono svolgere la loro attività sportiva nell’impianto sportivo dichiarato disponibile all’atto dell’iscrizione, tale impianto deve insistere sul territorio del Comune ove la Società ha la propria sede sociale, anche se su richiesta e per fondati motivi, si concedono deroghe. Si precisa che può essere concessa deroga alle Società per il tempo strettamente necessario all’ultimazione dei lavori, previa indicazione di unico campo alternativo provvisto di agibilità definitiva; in caso contrario dovrà essere chiaramente disposta, da parte dell’Ente proprietario, la concessione della struttura per la disputa di gare “a porte chiuse”. A proposito: chi non ce la fa o non ce l’ha fatta già da tempo ? In Piemonte, vivaddio, soltanto il Cuneo, fallito e sotto amministrazione giudiziaria, è fuori gioco. Le altre, a cominciare dal Verbania, sono a posto, ultimi lavori allo stadio da portare a termine a parte. Forse non ci sarà il Francavilla Calcio 1927 di Francavilla al Mare (CH), in dubbio anche la situazione del Gela e della Palmese, che però dovrebbe comunque iscriversi, pur presentando una domanda incompleta. Nessuna notizia per il Rezzato, che pare ricomincerà dalla Promozione lombarda. Per la cronaca il Rezzato in questi 2 anni di Serie D ha schierato giocatori del valore di Bertazzoli, Cazzamalli, Franchi, Sodinha, Minincleri, Lauria, Sottovia e molti altri... Ma qualcuno non ha sofferto più di tanto: è Alberto Gilardino: lo si sapeva da tempo ma adesso è ufficiale, sarà lui il nuovo allenatore della Pro Vercelli, appunto dopo il buon esordio (prima come secondo di Luca Prina e poi da solo) proprio col Rezzato, portato ai playoff dove è sttao sconfitto subito (4-2 da parte della Pro Sesto).

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa