logo1

Il ciclocross ed il Vco, un amore finito?

ciclocross santamariaLa Coppa Piemonte-Lombardia di ciclocross è stata un successo, come detto dal responsabile regionale del settore Mauro Milanetti. Il tutto porta ad una riflessione: una terra che al ciclocross ha dato molto come il VCO da alcuni anni non vede alcuna gara organizzata in territorio, eppure gli spazi ci sarebbero eccome…

Di recente il responsabile del settore ciclocross del Comitato Regionale Piemonte della FCI, l’amico Mauro MIlanetti, ha rilasciato una intervista di consunto riguardo il “Circuito Piemonte-Lombardia” di ciclocross chiusosi da qualche settimana. Un consuntivo buono, si direbbe dalle parole del dirigente sesiano che di certo non si ha motivo di mettere in dubbio. Milanetti è uomo di ciclismo, operativo e capace, per il quale, lui lo sa, nutriamo stima ed affetto, ha dato un grande impulso a questo circuito, unione di quella che era la Coppa Piemonte ed il Trofeo Lombardia Memorial Dall’Oste. In questa intervista realizzata dall’ufficio stampa dello stesso comitato regionale vi è un passaggio che merita attenzione e propone riflessioni interessanti. Lo riportiamo per intero: “Il ciclocross piemontese vive una riscossa ormai da qualche anno grazie all'impegno del Comitato, Chi sono i fautori oltre a te”? Ha chiesto l’intervistatore, questa la risposta di Milanetti: “Prima di tutto mi sembra doveroso ricordare il verbanese Dario Sottocornola che sino ad Aprile 2009 ha guidato il settore Ciclocross Piemontese e con cui ho collaborato in grande sintonia. Ma il merito maggiore va sicuramente all’allora Presidente del CR Piemonte Rocco Marchegiano che ha creduto nel potenziale del movimento ciclocrossistico regionale mettendoci a disposizione finanziamenti, attrezzature e mezzi consentendoci così di concretizzare i progetti proposti”. Il verbanese Sottocornola, un personaggio di questo territorio che tanto ha dato al ciclocross. Si perché il Verbano Cusio Ossola è stato per tanto tempo una tetta di ciclocross, quel ciclocross che però ora è sparito. Nella Coppa Piemonte che fu di gare in zona ce ne sono state molte negli anni, organizzate al Pedale Verbanese ma non solo. Pensiamo alle gare allestite a Trobaso, a Santa Maria Maggiore (foto), a Cannobio, a Pollino. Pensiamone due in particolare: i campionati italiani del gennaio 2004 (apice di questa esperienza) con lo strepitoso circuito della fu Arena di Villa Maioni (dove oggi sorge il centro eventi Il Maggiore) e pensiamo alle prove internazionali organizzate a Vignone, nel Parco Donati di San Martino. Pensiamo ai vincitori o ai protagonisti di quelle prove, allora magari giovani ma oggi nomi di spicco come, per dirne alcuni, Marco Aurelio Fontana (medagliato olimpico), Fabio Aru (non serve nemmeno presentarlo) o Sanne Cant (campionessa del mondo ed europea), Daniele Pontoni (bi iridato) o Enrico Franzoi (tricolore a Verbania in maglia iridata), senza dimenticare il titolo tricolore ottenuto da Andrea Sottocornola nel 2008 in Veneto sotto la pioggia di Scorzè e gli azzurri nostrani come Omer Sottocornola e Monica Brunati. Insomma le gare di ciclocross nella nostra zona erano competizioni di livello ed anche serio. Purtroppo però terminato l’impegno del verbanese nell’organizzare di manifestazioni crossistiche in zona di manifestazioni non ce ne sono state più, un po’ per mancanza di interesse (ma qualche possibilità c’è stata seppur naufragata), un po’ per i costi. Peccato. Vero che tante gare storiche di ciclocross non ci sono più (ne citiamo una sola; Solbiate Olona ed il mitico “Ciclocross dell’Epifania” con la altrettanto mitica scalinata che ha esaltato campioni su campioni), vero anche che attualmente l’ attività crossistica pare essere meno ‘settentrionalecentrica’ del passato recente ma è un peccato non avere più una gara qui. Nel territorio ci sono luoghi e zone che sembrano adatti, perfetti, ad ospitare una manifestazione crossistica, pensiamo a Gravellona Toce; all’area dell’associazione Voglia di Volo oppure Villadossola dove è nato un Bike Park spettacolare. Chi lo sa che un domani il ciclocross possa tornare in zona con una prova della Coppa Piemonte Lombardia, chi lo sa se qualche società si proponga per organizzare, chi lo sa che qualche azienda appassionata decida di sponsorizzarla (i costi non sono proibitivi). Sarebbe cosa buona e giusta, sarebbe riannodare un filo.

GT

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa