logo1

Da domani Pippo torna in sella: c’è la Tirreno Adriatico

ganna crono tirrenoDalla pista alla strada; Filippo Ganna è pronto per la Tirreno Adriatico, la corsa a tappe più importante della primissima arte di stagione. Una partecipazione spettacolare con tutti i grandissimi del ciclismo ma l’iridato su pista è pungolato dalla crono finale che vuole fare bene.

Da domani è tempo di tornare in sella per Filippo Ganna dopo la scorpacciata di successi ai mondiali su pista di Apeldoorn. Una bella sfida, e che sfida, alla Tirreno Adriatico, bellissima ed importantissima corsa a tappe che se sino ad alcune stagioni or sono era una gara di preparazione alla Milano Sanremo oggi è invece un traguardo ambito, che ha forse soppiantato il ruolo di corsa a tappe più importante dell’inizio stagione alla Parigi Nizza che si sta correndo in questi giorni. Come sempre sette tappe, con una cronosquadre, un arrivo in salita e con frazioni sempre dure in centro Italia prima della cronometro finale. Una corsa nata grazie all’intuizione di Franco Mealli, patron del VC Forze Sportive Romane che la inaugurò nel 1966, La corsa, che deve il suo nome dalla partenza in una località marittima del Tirreno e l’arrivo a San Benedetto del Tronto sulle rive del Mare Adriatico, mantenne l’organizzazione di Mealli sino al 1995, quando già da qualche edizione aveva lasciato l’onore di organizzare tecnicamente la corsa al suo delfino Mauro Vegni. Dal 1996 Mealli, ormai non più in buona salute, cedette la Tirreno Adriatico e le sue gare più importanti ad RCS Sport, il braccio operativo della Gazzetta che formalmente la organizzò già l’anno prima. Fu proprio allora che Mauro Vegni, oggi patron, entrò nelle organizzazioni Gazzetta come assistente di Carmine Castellano. La partenza come ormai avviene da qualche edizione avverrà da Lido di Camaiore con una cronosquadre tutta pianeggiante, dopo la probabile volata a Follonica arriva la terza tappa con arrivo a Trevi e tanti strappi duri da scalare, compreso quello che porta all’arrivo. Durissima la tappa di sabato con arrivo in salita al Sassotetto di Sarnano, tanti muri ed una dura erta conclusiva. Domenica poi il ricordo per Michele Scarponi con l’arrivo, su uno strappo durissimo, nella sua Filottrano. A Fano lunedì 12 si dovrebbe chiudere in volata prima della cronometro finale a San Benedetto del Tronto; la tappa che Filippo Ganna ha cerchiato in rosso. Vi sarà però una partecipazione impressionante; i grandi del ciclismo ci saranno tutti: sono iscritti Chris Froome, Tom Dumoulin, Vincenzo Nibali, Rogoberto Uran, Romain Bardet, Fabio Aru, Richie Porte, Mikel Landa, Miguel Angel Lopez, Adam Yates, Rohan Dennis e Geraint Thomas che correranno per la generale e per vincere il suggestivo trofeo a forma di tridente ma anche l’iridato Peter Sagan, Greg Van Avermaet, Michael Kwiatkowski, Philippe Gilbert, Diego Ulissi, Edvald Boasson Hagen, Fernando Gaviria, Mark Cavendish, Caleb Ewan e Michael Matthews a caccia di tappe. Con loro anche Ganna che oltre ad aiutare il capitano Ulissi cercherà qualche bella azione personale oltre ad un bel piazzamento nella crono. Diretta RAI Sport ed Eurosport di tutte le tappe.

Le tappe:

Mercoledì 7 marzo: Lido di Camaiore-Lido di Camaiore (cronosquadre, 21,5km)

Giovedì 8 marzo: Camaiore-Follonica (167km)

Venerdì 9 marzo: Follonica-Trevi (234km)

Sabato 10 marzo: Foligno-Sarnano Sassotetto (219km)

Domenica 11 marzo: Castelraimondo-Filottrano (178km)

Lunedì 12 marzo: Numana-Fano (153km)

Martedì 13 marzo: San Benedetto del Tronto-San Benedetto del Tronto (cronometro, 10km)

GT

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa