logo1

Giro Rosa: Banks a Maniago, Paladin si avvicina all’azzurro di Elisa…

giroRosa elisa castellaniaAlla vigilia dell’arrivo in salita alla Malga Montasio a vincere la tappa numero 8 del Giro Rosa in quel di Maniago è stata Elizabeth Banks (Bigla) a capo di una fuga che comprendeva anche Soraya Paladin (Alè Cipollini) la quale ora tallona la maglia azzurre di Elisa Longo Borghini, Van Vleuten sul velluto sempre in rosa…

E' la squadra danese diretta da Thomas Campana la vera protagonista della ottava tappa del 30° Giro Rosa Iccrea, che porta la britannica Elizabeth Banks al primo posto e la statunitense Leah Thomas seconda, con l'italiana Soraya Paladin (Alé - Cipollini) a chiudere il podio di tappa. Il coronamento per la Bigla arriva nel giorno in cui il main sponsor ha ufficializzato il prolungamento del contratto per una ulteriore stagione. La tappa partita da Vittorio Veneto è la più lunga del Giro Rosa Iccrea 2019 con i suoi 133 km. Le fughe hanno avuto inizialmente poco spazio, solo un allungo di Ana Covrig ha permesso alla campionessa nazionale di Romania del Team Eurotarget - Bianchi - Vittoria di andare a vincere il primo traguardo volante. La corsa si muove sul GPM di Forcella di Pala Barzana (2. cat.) dove allunga la Maglia Rosa di Annemiek Van Vleuten (Mitchelton-Scott) la quale guadagna anche 30'' ma viene poi raggiunta prontamente dal gruppo. La fuga del giorno parte prima di iniziare la salita di Clauzetto (GPM di 3° cat.) e include le italiane Alice Maria Arzuffi (Valcar - Cylance), e Soraya Paladin (Alé - Cipollini), la statunitense Ruth Winder (Trek - Segafredo), la olandese Rooijakkers (CCC-Liv), la australiana Shara Gillow (FDJ - Nouvelle Aquitaine - Futuroscope), la polacca Malgorzata Jasinska (Movistar Team), la tedesca Katrin Hammes (WNT Rotor), la ex Maglia Verde Sofie De Vuyst (Parkhotel - Valkenburg) e le atlete della Bigla Elizabeth Banks e Leah Thomas. Il loro vantaggio pare svanire a circa 30 km dal termine ma improvvisamente il gruppo della Maglia Rosa rallenta e lascia fare: il vantaggio continua a cambiare e torna a sfiorare anche i due minuti. A meno di 10 km dall'arrivo ecco l'attacco decisivo della Banks che grazie all'ottimo gioco di squadra della Bigla riesce a guadagnare il vantaggio necessario per andare a vincere in solitaria la tappa sul traguardo di Piazza Italia a Maniago. Alle sue spalle una caduta coinvolge Wiles e Arzuffi all'ultimo chilometro mentre Leah Thomas, compagna di squadra di Elizabeth Banks, batte Soraya Paladin per la volata del secondo posto. Il gruppo della Maglia Rosa giunge con quasi tre minuti di ritardo regolato allo sprint dalla tre volte vincitrice di tappa del 3° Giro Rosa Iccrea Marianne Vos (CCC-Liv) sulla campionessa di Serbia Jelena Eric (Alé - Cipollini). Resiste in Maglia Rosa Annemiek Van Vleuten, seguita in classifica generale da Anna Van der Breggen (Boels - Dolmans) e Katarzyna Niewiadoma (Canyon - SRAM). Sale al settimo posto Soraya Paladin a 6'06'' di ritardo dalla leader e si porta a soli 20 secondi dalla leadership della classifica delle migliori italiane guidata da Elisa Longo Borghini. Domani è attesissima la penultima tappa, da Gemona del Friuli a Chiusaforte/Malga Montasio: 125.5 km con la salita finale che presenta punte di pendenza massima al 20%.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa