logo1

Arriva il Giro d’Italia: Della Vedova e Longo Borghini in carovana

giro cento logoGiovedì la partenza del 100° Giro d’Italia dalla Sardegna. Nell’organizzazione a capo di Mauro Vegni ci sono anche Marco Della Vedova e Paolo Longo Borghini con due ruoli delicati in corsa: ispettore di percorso il primo e regolatore il secondo…

Parte il 100° Giro d’Italia. La storica edizione della corsa rosa prenderà il via da Alghero giovedì con una frazione in linea da Alghero a Olbia, con altri due giorni in Sardegna a Tortolì e Cagliari. Un Giro ad ampio respiro nazionale e con un percorso davvero avvincente che regalerà spettacolo. Punti focali e forse decisivi il 9 maggio con la Cefalù-Etna (il Giro sulle due isole non avveniva dal 1961), domenica 14 con la Montenero di Bisaccia Blockhaus, arrivo in salita, martedì 16 con la crono da Foligno a Montefalco, il giorno dopo con l’insidiosa Ponte a Ema – Bagno di Romagna, il sabato 20 maggio con la Castellania – Oropa (seconda tappa Piemontese dopo l’arrivo precedente a Tortona) e l’ultima settimana con gli arrivi di Bormio, Ortisei, Piancavallo, Asiago e con la crono finale di Milano che terminerà in Piazza Duomo. Nello staff organizzativo a capo di Mauro Vegni, esperto e capace direttore generale del Giro anche due personaggi del ‘nostro’ ciclismo: Marco Della Vedova sarà impegnato nel ruolo di ispettore di percorso, ruolo svolto dal 2006 al Giro ed in tutte le altre manifestazioni organizzate da RCS Sport. Insieme a Maurizio Molinari dopo aver già ‘visitato’ i tracciati di tutte le tappe, per eventualmente valutare interventi necessari per la sicurezza del transito del Giro, il mergozzese sarà sula prima vettura dell’organizzazione, davanti alla corsa con gli occhi bene aperti per scovare tutte le possibili situazioni di pericolo per i corridori ed eventualmente comunicarle alla direzione di corsa. Un ruolo importante ai fini dell’ottima riuscita della corsa e della sua sicurezza. Anche Paolo Longo Borghini sarà al Giro con un ruolo che ricopre da alcune stagioni, quello del ‘regolatore’ in motocicletta. Il suo compito è quello di ‘regolare’ il traffico in corsa, che in una manifestazione come il Giro è certamente vasto tra auto organizzative, auto della giuria, moto staffette, moto ripresa e moto cronaca TV senza dimenticare le moto dei fotografi. Due ruoli delicati per due dei ‘nostri’ che il ciclismo lo conoscono bene.

GT

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Sport

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa