logo1

3,2,1, via!! Al ‘2Laghi’ in tutta sicurezza

rally2laghi montecresteseCome sempre alla vigilia dei rally sulle nostre strade ecco alcuni consigli per vivere uno spettacolo sportivo evitando pericoli che già il motorsport ha in tutta sicurezza: occhio alle foto, occhio a dove vi accomodate, collaborate coi commissari di percorso e rispettate la natura…

Amici appassionati attenzione! Ve lo diciamo tutti gli anni, alla vigilia delle massime manifestazioni automobilistiche. Il Rally è sempre un grande spettacolo, sono sempre tanti gli appassionati che si portano lungo i percorsi delle speciali per seguire da vicino la corsa ed i passaggi delle vetture in gara. Come ogni gara automobilistica, oltre ad un elevato tasso di pericolosità per piloti e navigatori c’è anche grande pericolo per il pubblico. Ecco come vivere il rally, shakedown e speciali, in piena sicurezza, quella sicurezza che dagli anni 80 ad oggi ha fatto passi da gigante; con buon senso, per evitare rischi ed anche tristi annullamenti delle speciali dovute alla poca discipline del pubblico. Prima di tutto si devono rispettare i cartelli con la scritta ‘zona vietata al pubblico’; scegliete un punto di osservazione sicuro, quindi mai all’esterno di una curva o sulla ‘linea di frenata’ di una vettura. Vanno scelti posti possibilmente rialzati (avete presente il murone del tornante di Fomarco? Ecco, un posto così) dalla carreggiata stradale. Ulteriore importante situazione. Se potete raggiungete le prove speciali a piedi, evitando di parcheggiare le vostre vetture in strade secondarie e di raccordo vicine alle PS, utilizzate in caso di necessità di soccorso. Attenzione! Normale che piaccia a molti scattare foto spettacolari ma è necessario non piazzarsi in zone pericolose (o addirittura lungo la strada) per portarsi a casa lo scatto al top. Dunque non sporgetevi con i vostri telefonini e nemmeno coi i ‘selfie stick’, inoltre bisogna sempre ricordare che un pilota impegnato in una PS spinge al massimo e guida al limite; un flash di una macchina fotografica o anche di un cellulare, iphone o ipad, può essere estremamente pericoloso, sia per l’equipaggio e di conseguenza per chi fa la foto. I vostri bambini potrebbero avere reazioni improvvise a causa dei rombi durante i passaggi, conviene tenerli vicini a voi, magari non così vicini al tracciato. Lungo i percorsi troverete gli uomini delle forze dell’ordine, anche volontari della Protezione Civile o corpi affini ed i commissari di percorso. Qualora vi chiedessero di spostarvi in un altro punto lo fanno esclusivamente per la vostra sicurezza e per quella dei piloti, dunque non irrigiditevi e collaborate con loro. Ricordate anche che una volta terminato il passaggio degli apripista; solitamente le auto dell’organizzazione abitualmente numerate 000, 00 e 0 (ma anche C, B ed A, ‘Safety Car’ o bandiera tricolore), visibili per il lampeggiatore ed udibili per la sirena spiegata, la gara inizia; ergo da quel momento non spostatevi da dove siete, perché il passaggio dei bolidi sarà davvero imminente. Sino al passaggio della vettura scopa la corsa è in atto. Infine un consiglio. Il Rally si disputa in zone a stretto contatto con la natura, ricordatevi che le cartacce dei panini, le bottigliette e tutta la spazzatura non va lasciata sui prati o ai bordi della strada. Portatevi un sacchetto e raccogliete tutto, oppure cercate gli appositi bidoni o cassonetti. Detto questo, che piova o che ci sia il sole buon rally a tutti…

GT

Pin It

Ricetta della settimana