logo1

Andrea Cova l’antidivo ed il successo meritato

andrea covaRitratto di Andrea Cova, l’allenatore di Vega Occhiali Rosaltiora che ha dominato il campionato in Serie D, il lavoro da ingegnere nel campo dell’informatica, le passione per il teatro ed il basso per il più classico degli ‘antidivo’ del nostro sport che ha meritato questa soddisfazione..

Li chiamano i signori dello sport, uno di questi, non solo in questa stagione ma da sempre è Andrea Cova, l’antidivo, l’allenatore di Vega Occhiali Rosaltiora neopromossa in Serie C dopo un campionato coi fiocchi. Verbanese, da poco passata la cinquantina, un passato da pallavolista (col fratello Alberto) con le maglie del Volley Verbania e della allora Carnini Altiora, una carriera da allenatore iniziata ancora prima che finisse quella da giocatore. Ingegnere che lavora nel campo dell’informatica, papà di tre figli con il pallino dello sport; Gabriele e Cecilia già pallavolisti ed il piccolo Giacomo (che sagoma) ci penserà poi, appassionato di teatro tanto da mettere su in passato anche una piccola compagnia e bassista per diletto coi tempi della band giovanile che suonava i brani della PFM che mancano eccome. Il volley però è sempre stata la sua passione e qualche successo in panchina se l’è pure preso; un campionato di Serie D maschile vinto quando era allenatore di Pallavolo Altiora (o meglio una promozione), una Coppa Comitato con Vega Occhiali Rosaltiora ed il trionfo di questa stagione, probabilmente il punto più alto della carriera da allenatore. Dire Vega Occhiali Rosaltiora e dire Andrea Cova è ormai la stessa cosa. Arrivato una decina di anni fa a guidare in Serie D una squadra che ormai non l’avrebbe salvata nemmeno Gesù Bambino Cova non si è perso d’animo nonostante la retrocessione in 1^divisione. Ha ricominciato dalle giovani, ha provato a risalire nelle categorie regionali, sfidando con una squadra giovanissima le logiche di un torneo strano come la 1^divisione. In quegli anni è arrivata ‘solo’ una Coppa Comitato, il trofeo di consolazione di chi era rimasto fuori dai play off ma con la nascita di questo gruppo, i suoi prodromi, si capiva che di potenzialità ce n’era molta. Un innesto all’anno, piccoli grandi aggiustamenti, anche qualche testa a testa, una annata bislacca due campionati or sono, strana, sfociata in una penultima posizione in classifica che lasciava presagire una imminente pronosticata retrocessione. Li sono piovute critiche a volte magari anche costruttive, altre invece ai bordi del patetico. Eppure qualcuno (compreso chi vi scrive che già allora parlava di ‘squadra che con poco di più poteva giocare al vertice’) non ha mai preso in considerazione il fallimento che non c’è stato: lo stesso coach Cova in quei giorni ha cambiato marcia negli allenamenti in quelle ultime settimane, ha forse fatto scelte definitive e la squadra si è salvata in modo brillante vincendo le ultime tre partite meritandosi la conferma da parte del nuovo gruppo dirigenziale quando per molti l’avventura in Rosaltiora pareva terminata. Forse è nato li il successo di questa stagione, un successo di un allenatore capace nell’insegnare la tecnica, scuola De Felici, se vogliamo. Mai sopra le righe, un allenatore che mai si è lamentato per una assenza, che mai ha protestato contro un arbitro per un fischio sbagliato (e a volte ci starebbe eccome), al massimo un piccolo cenno, un sorriso come a significare il non essere d’accordo con quel fischio. Un allenatore che ha saputo gestire la fragilità morale di un gruppo anno dopo anno, costruendo un carattere importante per la stagione a venire, che ‘passo passo’ che ha ‘costruito’ giocatrici di talento ma acerbe in atlete con ancora margini di miglioramento e lo diciamo perché abbiamo visto. Lo merita questo successo anche se mai lo ammetterà, conoscendolo. Ci pare di sentirlo sminuire ‘In campo ci andavano le ragazze, io le ringrazio per la fiducia che hanno avuto in me, il mio grazie va a loro ed alla società, attuale e quella passata che mi hanno sempre sostenuto’. Vero, verissimo ma la macchina bisogna saperla guidare; complimenti Ingegnere.

GT    

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Sport

Venerdì, 23 Agosto 2019
Tacchini vince la sua batteria
Venerdì, 23 Agosto 2019
Gozzano, 48 ore al debutto
Venerdì, 23 Agosto 2019
La serie C su Eleven Sports

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa