logo1

Vega Occhiali Rosaltiora vincente anche nella Vallee

vegaocchiali2016 2017Nuovo successo per la formazione di coach Andrea Cova che ha vinto 3-0 in Valle d'Aosta e che sale al quarto posto in classifica. Il coach minimizza: "Quel che ci interessa è mantenere la categoria,il campionato è ancora molto lungo"

Ennesimo successo per Vega Occhiali Rosaltiora con la sua prima squadra che partecipa al girone A della Serie D. A Pont S. Martin contro il fanalino di coda del torneo le ragazze guidate da Andrea Cova hanno vinto 3-0 in una partita dove il primo set è stato tirato ma vinto ai vantaggi dalle lacuali mentre gli altri due hanno visto una sola squadra in campo. Cinque vittorie e due sconfitte il bottino sino ad ora delle verbanesi che in classifica sono attualmente in un ottimo quarto posto a 14 punti, parimerito con Bellinzago. Si potrebbe dire che la formazione verbanese stia percorrendo la strada che porta verso l’obiettivo stagionale della permanenza in categoria in maniera balzanzosa. Nel bell’impianto del piccolo paese alle porte della Vallee Andrea Cova deve fare a meno della regista Valentina Boschi (ha giocato Cecilia Gallucci, giovane e talentuosa con come cambio la altrettanto giovanissima Eleonora Conte) ed Alessia Belardinelli schierando Cecilia Gallucci in regia, Annalisa Cottini opposta, di banda Sonia Cottini e Francesca Magliocco, al centro Emily Velsanto e Pamela Ferrari con Samira Ait libero. Il primo set vede Rosaltiora partire abbastanza col freno a mano tirato: qualche guaio in ricezione, l’attacco un pochino spuntato e le padrone di casa che tutto sommato fanno la loro partita. Il vantaggio delle biancorosse valligiane arriva ad essere di 5 punti ma la situazione si impatta nel finale sul 18-18. Vega Occhiali scappa sul 21-24 ma spreca tre set point, sul 24-24 i vantaggi premiano Gallucci e compagne sul 25-27 peraltro non senza qualche protesta della formazione padrone di casa (un pochino eccessiva) per un tocco su attacco fuori ospite sanzionato alle valligiane che a detta di giocatrici e tecnici di casa non ci sarebbe stato ma che invece è parso netto, almeno dalla tribuna. La partita è praticamente finita qui perché nel set successivo Rosaltiora inizia ad alzare i ritmi; meglio in ricezione, cresce il muro ed anche la difesa e di conseguenza l’attacco rende di più: il 13-25 dice tutto. Il terzo set inizia con il cambio dell’opposto: Marta Ossola prende il posto di Annalisa Cottini. Pont S. Martin parte trovando qualche punto (4-2) ma Vega Occhiali ha una variazione di gioco differente da quella del primo set. Quando la situazione si impatta sul 6-6 Verbania domina la partita: il muro con Pamela Ferrari in grande spolvero non fa passare nulla e tocca tutto, gli attacchi di Ossola, Cottini e Magliocco rendono bene. Il vantaggio diventa incolmabile. Entra (e fa bene) Federica Maggetto. La partita si trascina sul finale che col terzo set chiuso sul 15-25 vede il 3-0 lacuale. “L’obiettivo era venire qui a fare punti e lo abbiamo fatto vincendo la partita col massimo risultato - spiega il coach di Verbania – quindi direi che va benissimo. Nel primo set abbiamo iniziato un pochino sottotono con qualche errore di troppo, contro una squadra che non aveva nulla da perdere. Abbiamo avuto la pazienza di stare li e siamo riusciti ad arrivare in parità. Anche quando poi ci hanno annullato vari set point la squadra non si è disunita ed abbiamo chiuso. Nei restanti siamo cresciuti nei fondamentali facendo noi la partita. In particolare a muro col quale abbiamo trovato punti e toccato molti palloni. Insomma l’abbiamo vinta e ne siamo contenti, la classifica? Ovvio che in alto si sta meglio ma non gli diamo troppo peso, ci siamo dati un obiettivo ad inizio stagione che è mantenere la categoria, peraltro siamo solo alla settima partita ed è un campionato che sarà ancora molto lungo”.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa