logo1

Igor, che colpaccio a Scandicci: 3-0 e vetta della classifica

Settima vittoria consecutiva per la Igor Gorgonzola Novara che sfrutta i punti persi dalla Imoco Conegliano e sale in vetta alla A1. Grande rimonta nel secondo set. Massimo Barbolini: “Scandicci non aveva ancora mai perso e non possiamo che essere molto contenti.

igor modena

 

Settimo successo consecutivo per la Igor Volley di Massimo Barbolini, che ottiene un eccezionale 0-3 sul campo di Scandicci e conquista il primato in classifica. Grande prestazione per Paola Egonu (top scorer azzurra con 20 punti) e per Stefania Sansonna, onnipresente in difesa e preziosa anche in ricezione. Eccezionale il secondo parziale, in cui le azzurre, sotto 18-9, si sono rese protagoniste di una clamorosa rimonta, vincendo poi ai vantaggi e spianando la strada alla vittoria finale. Padrone di casa al gran completo: Haak è opposta a Carlini, Adenizia e Arrighetti agiscono al centro, Bosetti e De La Cruz in banda e Merlo è il libero; Barbolini risponde con Egonu in diagonale alla regista Skorupa, Gibbemeyer e Chirichella al centro, Piccinini e Plak in banda e Sansonna libero. Azzurre subito avanti con Gibbemeyer (2-4) e un muro di Egonu (3-6), mentre l’attacco out di Haak costringe Parisi al timeout sul 3-7. La svedese picchia forte e riduce il gap (6-8), Egonu e Gibbemeyer, a muro, riportano le azzurre sul 7-12 e dopo un break toscano e il timeout di Barbolini (10-12) riprendono la marcia e scappano sul turno in battuta di Egonu. Da 14-17 le azzurre si ritrovano avanti 14-22 (ace dell’opposto novarese) mentre Parisi inserisce Di Iulio, Bianchini e Papa; l’ultimo sussulto arriva con Adenizia (18-24), poi un’invasione toscana chiude il set sul 18-25. Scandicci reagisce e scappa 7-3 sul turno in battuta di Haak, allungando poi ancora sul servizio di De La Cruz: l’ace vale il 12-7, tre muri consecutivi di Adenizia sanciscono il 15-7 e un altro ace, proprio della centrale brasiliana, regala alle toscane il massimo vantaggio sul 17-8. Dentro Enright, Novara si aggrappa a Egonu (18-12, muro) e sul turno in battuta di Gibbemeyer rientra clamorosamente 19-16 (ace) costringendo Parisi al timeout e al rientro è Enright ad accorciare ancora 21-20 con l’ace e a favorire poi il 21-21 siglato da Bonifacio (subentrata a Chirichella). Il punto a punto è serrato, Haak sbaglia ed è set ball Novara (23-24), Scandicci ne annulla due poi, dopo la diagonale di Piccinini (25-26) arriva anche il maniout di Egonu a chiudere uno scambio e un set infiniti (25-27). Novara galvanizzata va 2-5 con Piccinini ma Scandicci, spalle al muro, reagisce e trova un 7-1 di parziale che culmina nel muro di Bosetti (9-6) che costringe Barbolini al timeout. Ricuce Bonifacio, in primo tempo, sul 10-10 e Novara sorpassa poi con Plak che fa 10-13 con Parisi che ferma il gioco; al ritorno in campo le padrone di casa rientrano con la solita Haak (15-15), poi Egonu trova il maniout del 16-18 e l’errore di Haak vale il 17-20 azzurro. Scandicci pasticcia, Bosetti spara out (21-24) e un errore in attacco di De La Cruz vale il 21-25 che chiude la partita. Massimo Barbolini: “Abbiamo disputato una partita ottima, per come abbiamo giocato e per il risultato finale. Abbiamo vinto con una squadra che non aveva ancora mai perso e non possiamo che essere molto contenti. Ci aspetta ora un’altra grande partita, contro un’avversaria di primo livello come Casalmaggiore”. Giorgia Zannoni: “Siamo orgogliose, ancora una volta è arrivata una vittoria importante con una prestazione di grande carattere su un campo complicato, contro un avversario fortissimo che, come noi, era ancora imbattuto. Sono tre punti pesanti, il secondo set è stato davvero eccezionale: eravamo sotto di nove punti e abbiamo rimontato, chiudendo poi ai vantaggi un parziale pazzesco”.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa