logo1

Celebrato oggi l'eccidio di Montrigiasco

 montrigiasco

Ad Arona è stato ricordato oggi l'eccidio di Montrigiasco. 9 partigiani furono trucidati dai nazifascisti 

 

E’ stato celebrato questa mattina il 72° anniversario dall’eccidio di Montrigiasco, dove nove partigiani perirono durante un agguato dei nazifascisti. Era la sera del 16 marzo del 1945 si trattò di uno scontro tra le truppe tedesche e un drappello di partigiani che rientrava da una battaglia. Le prime notizie che giunsero ad Arona parlavano di morti da ambo le parti, la mattina dopo si ebbe il preciso bilancio. Nove giovani partigiani rimasero a terra. Qualche perdita anche tra le truppe tedesche. Erano nove combattenti che appartenevano alla Brigata Servadei. Ma come arrivò alle truppe nazifasciste la notizia di quel passaggio ? Si capì subito che un traditore aveva svelato quel passaggio. Il giorno successivo il traditore fu identificato tra i giocatori di bocce del circolo di Dagnente. Fu preso e massacrato di botte. In tasca gli trovarono ancora trenta mila lire, la somma che i tedeschi gli dettero per quella spiata. Quella delazione è stata ricordata stamani dal Sindaco davanti al monumento che ricorda l’eccidio. Qualche anziano conosce il suo nome. Ma prudenza suggerisce di non farlo pubblicamente. Il drappello dei partigiani tornava dal suo accantonamento situato alle falde del Mottarone. Uno di loro si salvò perché fece una deviazione per andare a casa a cambiare le scarpe. Morirono giovani di Arona, Omegna, Pavia, Meina e Milano. Questa mattina la commemorazione con parole del sindaco Alberto Gusmeroli e successivamente del segretario dell’Anpi di Arona Nino Caputi e di Renato Cristina dell’Anpi. Presenti anche il tenente dei carabinieri Ceron e il luogotenente Carlo Zucca della stazione di Arona. Sono giunte delegazioni Anpi e di associazioni combattentistiche di Omegna, Verbania, Gozzano, Domodossola e Borgomanero. Dopo la deposizionedi corone si è composto un corteo che dal luogo dell’eccidio si è spostato in piazza Angelo Gnemmi, intitolata ad un altro partigiano scomparso il 1° ottobre del 1944 a Montrigiasco, dove la cerimonia si è sciolta.

 

 

Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa