logo1

Al centrosinistra il consiglio di amministrazione del Ciss Ossola

 pavesi carlo

Ciss Ossola : centrosinistra ha dettato la linea per l'elezione del nuovo Cda. Eletto Carlo Pavesi, suo vice Raffaella Zoldan

Un nuovo consiglio di amministrazione per il Ciss dell'Ossola, un consiglio di netta marca centrosinistra. E' l'esito del voto di ieri sera al Consorzio Servizi Sociali dove i numeri hanno portato ad eleggere un cda proposto dal centrosinistra, col quale hanno votato anche sindaci di area diversa, in gran parte comuni facenti parte dell'Unione montana Valle Ossola. In tutto il 57 per cento delle quote consortili.

L'elezione porta alla presidenza Carlo Pavesi, ex funzionario amministrativo dell'asl ed ex assessore a Villadossola e in Comunità Montana Valle Antrona; vicepresidente è Raffaella Zoldan, ex consigliere di Villadossola e mamma di Alberto Lepri, attuale assessore a Villadossola; inoltre Nadia Tomola, che già faceva parte del cda e in passato era negli organi dirigenti del Pd a Domodossola , nonché Giuseppe Marras, dipendente Enaip e candidato alla ultime elezioni domesi nella lista ''Sinistra per Domo''. A loro si aggiungono Claudio Calierno e Maria Pia Barlacchi ancora in carica poiché non si erano dimessi quando aveva lasciato l'ex presidente Allegri.

Un ''no'' deciso al nuovo consiglio di amministrazione è arrivato da Pallanzeno, Beura e Borgomezzavalle, mentre Santa Maria Maggiore, Craveggia, Trasquera, Trontano, Crodo, Piedimulera e Domodossola si sono astenuti.

Grande sconfitta della serata l'amministrazione di Domodossola. I frequenti scontri aperti dal sindaco Pizzi Lucio con esponenti della parte avversa hanno pesato non poco. E sul fronte di centrosinistra han fatto valere i numeri senza concedere nulla. Un contrasto emerso più volte nel corso dell'assemblea dove le frecciate non sono mancate. E' stata la rivincita del centrosinistra che mette con le spalle al muro Domodossola e un centrodestra che non aveva i voti.

Il solo rammarico è che con questa situazione a rimetterci sarà l'Ossola, ormai sempre più politicamente spaccata e litigiosa.

Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa