logo1

Corteo contro la chiusura del parco giochi

premosello parcogiochi

Premosello scende in piazza contro il trasferimento del parco giochi

Un corteo per protestare contro la chiusura del parco giochi di Premosello Chiovenda. E’ quanto hanno organizzato i genitori del piccolo centro ossolano. La manifestazione è indetta per il prossimo 5 gennaio. L’appuntamento è per le 14.30. “ Sarà una manifestazione pacifica. Ci sembra opportuno scendere in strada per far sentire il nostro disappunto “ spiegano (nei volantini in distribuzione in questi giorni ) le mamme e i papà di Premosello Chiovenda. In piazza Bolzan ci sarà in concentramento poi, armanti di cartelli inneggianti la libertà dei bimbi a giocare, tutti si recheranno al parco giochi incriminato. Gli organizzatori del corteo lanciano però un appello : “ cartelli e disegni saranno ben accetti a patto che non siano offensivi nei confronti di nessuno “ . I bimbi che lo vorranno, potranno presentarsi al corteo armati di bavaglio. “ Chiederemo loro di imbavagliarsi “ spiega chi l’appuntamento di piazzo lo ha ideato.

Sin qui dal fronte popolare, poi c’è quello amministrativo. In Municipio il sindaco, Giuseppe Monti, attende ancora che la sentenza - con cui il giudice ha disposto il trasferimento del parco giochi – gli venga notificata.

“ Comunque vada stiamo giocando una partita complessa. I tempi si preannunciano lunghi “ rimarca Monti. Il Comune di Premosello venuto in possesso della sentenza avrà tempo 30 giorni per ricorrere in Appello. “ E non vi è dubbio che lo faremo “ aggiunge ancora il primo cittadino premosellese. Era il 2011 quando il parco giochi della discordia venne inaugurato. Schiamazzi, soprattutto notturni, sembrano essere all’origine della causa intentata da una coppia che risiede nei pressi dell’area giochi. “ Il Comune nel corso degli anni ha anche installato un impianto di videosorveglianza per scongiurare che il parco potesse diventare teatro di scorribande notturne. Alcuni accorgimenti sono stati adottati, altri saremmo stati pronti a prenderli. Purtroppo è andata così. Una vicenda destinata a fare giurisprudenze e per questo ha portato sotto i riflettori della cronaca nazionale il nostro tranquillo paese “ ha chiosato Monti.  

 

Maria Grazia Varano

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa