logo1

Vb: riunione della Commissione Internazionale per le Acque Italo-Svizzere

lago00

Comunicato Stampa - La tradizionale riunione annuale della Commissione Internazionale per le Acque Italo-Svizzere (CIPAIS) si terrà a Verbania, sul Lago Maggiore, il 13 e 14 ottobre prossimi. Le due Delegazioni (italiana e svizzera) si riuniranno il giorno 13 presso l’Istituto per lo Studio degli Ecosistemi (CNR ISE) e nella mattina del 14 ottobre presso gli uffici della Prefettura, a Villa Taranto, in seduta plenaria.

 

La Delegazione italiana è rappresentata dal Prefetto dott. Angelo Di Caprio, attualmente anche Presidente pro-tempore della CIPAIS, e la Delegazione svizzera dalla dott.ssa Franziska Vivica Schwarz.

La CIPAIS è stata costituita nel 1972 con gli scopi di: - identificare le situazioni di criticità nelle acque italo-svizzere; - metterne in luce le cause, la dinamica e gli effetti tramite studi e ricerche mirate; - proporre, attraverso raccomandazioni ai Governi dei due Stati, le misure più appropriate per la protezione dall’inquinamento e il recupero degli ambienti compromessi.

La promozione e il finanziamento di programmi di ricerca sulle acque comuni inizia nel 1978. Queste attività sono state svolte sulla base di programmi quinquennali (ora triennali) e sono state affidate ad importanti istituzioni scientifiche nel settore universitario e della ricerca.

Dal 1997 questa rilevante produzione di documenti è stata resa accessibile sul sito web della Commissione (www.cipais.org).

Gli studi sono incentrati sulla caratterizzazione limnologica dei due principali ambienti lacustri (Lago Maggiore e Lago di Lugano), ma anche sui loro principali tributari e sul bacino imbrifero.

L’elevato valore diagnostico delle serie storiche dei dati acquisiti permettono di indirizzare al meglio gli interventi di risanamento e la gestione del territorio. Gli studi hanno inoltre consentito di evidenziare i nuovi fattori di rischio per le acque comuni e le problematiche aperte dai cambiamenti climatici per i loro riflessi sulla fisica, chimica e biologia dei due ecosistemi.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa