logo1

I primi di agosto riapre il Parco di Villa Pallavicino con la gestione Borromeo

Si vuole ampliare la stagione di apertura e migliorare la parte botanica. Nuova filosofia anche per gli animali ospitati. L'accordo è trentennale

milano borromeo

 

Dal Centro Filologico Milanese dove oggi si è tenuta la conferenza stampa, un'importante novità per il turismo di Stresa, del Lago Maggiore e dell'intero VCO: nei primi giorni di agosto riapre al pubblico il Parco di Villa Pallavicino con la gestione della famiglia Borromeo. Il parco entra così a far parte del circuito dei siti Borromeo insieme con l' Isola Bella, l'Isola Madre, la Rocca di Angera, i Castelli di Cannero e buona parte del Mottarone. <Abbiamo trovato un accordo con il Principe Pallavicino per una gestione trentennale> spiega il Principe Vitaliano Borromeo e prosegue: <L'investimento rientra nella strategia che da diversi anni sto portando avanti per la valorizzazione delle bellezze del Lago Maggiore>. Lo stesso aggiunge l'importanza di fare rete, anche con il parco di Villa Taranto, perché più offre il territorio e più a lungo il turista vi soggiorna.

Il parco Pallavicino riapre con l'idea di ampliare la stagione anche ai mesi di febbraio e novembre, attraverso la piantumazione di essenze ad hoc, e con una nuova filosofia nei confronti degli animali: non più chiusi in gabbie ma esseri viventi con i quali poter interagire. Avviata la collaborazione con il veterinario Uberto Calligarich, esperto di animali selvatici <La cura e il rilascio in natura degli animali trovati sul territorio è un'altra delle particolarità che speriamo di rilanciare> precisa il Principe Borromeo.

La gestione del parco è in capo ai Borromeo dal 6 luglio, non nasconde il proprio orgoglio anche il capo giardiniere delle Isole Borromee Gianfranco Giustina, <Da tre settimane stiamo lavorando intensamente con 25 persone per la riapertura di agosto> spiega, gli interventi proseguiranno poi in inverno e per due/tre anni per giungere alla riqualificazione dell'area e al suo miglioramento botanico.

E' sempre nell'ottica di fare rete che l'Isola Bella, l'Isola Madre, la Rocca di Angera e Villa Pallavicino sono entrate nel network dei Grandi Giardini Italiani che annovera 125 giardini in 12 regioni.

I numeri turistici dei siti Borromeo: 380 mila visitatori all'anno per l'IsolaBella, 220 mila per la Madre e 53 mila alla Rocca di Angera; 57 mila lo scorso anno i biglietti staccati per Villa Pallavicino. Circa 150 i dipendenti totali, 7 i posti di lavoro salvati con la nuova gestione del parco stresiano. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa