logo1

Nonostante i divieti si continua a fare il bagno a Punta Vevera ad Arona

Stamattina almeno una dozzina i bagnanti in acqua, per la maggior parte giovanissimi. Continuano anche i pattugliamenti

arona generica lago

 

Nonostante il divieto si continua a fare il bagno a Punta Vevera ad Arona. Stamani alle 11 erano almeno una dozzina i bagnanti in acqua la maggior parte ragazzini. Un turista tedesco sulla quarantina con moglie e figlia, addirittura nuotava in costume adamitico. E’ intervenuto un vigilante della sicurezza e lo ha invitato ad uscire, ammonendolo di non entrare più in acqua in quel punto. Sulla spiaggia chi a giocare, chi a prendere il sole chi a preparare il pranzo, c’erano un quarantina di persone. Successivamente è passata anche una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Arona. In zona c’era pure Maurizio Pusceddu, aronese, ma di chiare origini sarde, che martedì 15 agosto, una settimana fa, prima ha salvato un uomo che rischiava di annegare, poi ha individuato sul fondale l’ivoriano di 26 anni annenato a Punta Vevera.

<Ho fatto molta fatica a portarlo a riva. L’ho visto annaspare mentre io stavo cercando di salvare un altro bagnante. Era qui sulla spiaggia che mangiava e beveva. Quando l’ho portato a riva non c’era più nulla da fare, non sono serviti i tentativi di fargli espellere l’acqua dai polmoni e di praticargli la respirazione bocca a bocca. I familiari mi hanno ringraziato per aver tentato di salvarlo>. Intanto nella zona l’Amministrazione comunale ha fatto affiggere vistosi cartelli con le indicazioni di pericolo e la scritta ‘Divieto di balneazione’. Gli agenti della polizia locale passano dalle sei alle otto volte al dì per scoraggiare chi vuole immergersi in barba al divieto. Purtroppo ad Arona manca una spiaggia libera per turisti, villeggianti e residenti. C’è il lido e le Rocchette, ma bisogna prendere sdraio o lettino a pagamento.  

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa