logo1

La Provincia di Novara ha incontrato i sindaci dei Comuni del Basso Verbano e Vergante

Si è discusso della situazione della rete stradale e delle scuole del novarese. Besozzi : " Presto ad Anas le provinciali del Biellese e del Lago d'Orta "

meina incontro sindaci provincia

 

Incontro stamani tra i vertici della Provincia di Novara e i sindaci dei comuni del Basso Verbano e Vergante. Si è tenuto nella sala consiliare del comune di Meina. Sul tappeto problemi inerenti alle strade, alle scuole e agli animali selvatici. Per la provincia sono intervenuti il presidente Matteo Besozzi e i consiglieri Laura Noro, Giuseppe Cremona e Stefano Zanzola. Erano accompagnati dal dirigente Alberto Ravarelli. Besozzi, in apertura ha sottolineato:<Siamo una delle prime province italiane ad aver approvato il bilancio fatto che ci ha consentito di far fronte agli interventi più urgenti. Abbiamo messo in sicurezza le scuole superiori dotandole tutte di impianto antincendio secondo le norme. Questo ci ha comportato una spesa di 2 milioni e 500 mila euro>. Sono intervenuti sindaci, o loro rappresentanti, dei comuni di Meina, Massino Visconti, Lesa, Nebbiuno, Colazza, Pisano, Oleggio Castello e Dormelletto. Ogni sindaco ha portato in evidenza i problemi relativi alle strade, come la Meina-Nebbiuno, la Invorio-Carpugnino e la Meina – Dagnente. La Provincia da poco ha provveduto a rifare il tappeto d’usura per la provinciale n° 34 tra Oleggio Castello e Invorio. Besozzi ha annunciato che è stata avviata la procedura per la cessione di 140 chilometri di strade all’Anas. Interessate da questa operazione la 142 del “Biellese”, tra Arona e Romagnano Sesia, la 229 del “Lago d’Orta” tra Novara e Omegna. Attualmente sono 800 i chilometri della rete stradale della provincia di Novara. Besozzi ha rimarcato:<Togliendo 140 chilometri, ci sarà una riduzione di un sesto dell’intera rete viaria provinciale. Ci vorrà ancora qualche tempo ma è uno sgravio significativo>. Questa operazione sarà avviata a livello nazionale per tutte le province interessate. Il sindaco di Lesa Roberto Grignoli ha segnalato che all’interno del parco di Villa Cavallini vi sono piante morte o in cattivo stato da abbattere. Come si ricorderà la Villa e il parco sono comunali, l’edificio della scuola è della Provincia. Proprio la settecentesca dimora dell’antica famiglia versa in condizioni molto precarie. <Una situazione difficile da risolvere per la vastità del parco di 60 mila metri quadrati e dell’edificio che ha una superficie di 3 mila metri quadrati> queste le considerazioni dei vertici della Provincia di Novara.

 

Franco Filipetto

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa