logo1

Rivoluzione in vista per il mercato del giovedì a Omegna

Novità anche per i mercatini dell'antiquariato minore. Abbiamo sentito l'assesore Mattia Corbetta

 

omegna mercato

Rivoluzione in vista per il mercato del giovedì  e per per i mercatini dell'antiquariato minore ad Omegna. Ieri c'è stato un incontro tra i mercatari e l'assessorato al commercio. " La nostra intenzione, nel breve periodo- le parole dell'assessore Mattia Corbetta- è di liberare dai banchi del mercato la zona dei giardini, nella fattispecie piazza Martiri, che rimarrebbe anche il giovedì adibita a parcheggio. Tutto questo comporterebbe ovviamente una mappatura degli altri spazi, con una ridefinizione. Una certezza c'è: quella che comunque il mercato di Omegna sarà sempre sul lungolago. Ho anche chiesto ai mercatari- aggiunge Corbetta- di scegliere dei rappresentanti con cui l'amministrazione possa dialogare e confrontarsi in maniera continuativa". Novità in vista anche per i mercatini dell'antiquariato minore, che non saranno più riproposti se non rispetteranno determinati paletti. " Si è alzato un gran polverone, ma la questione è semplicissima: abbiamo chiesto, a chi li organizzava, di rispettare le nuove  leggi in materia della Regione, che sono molto severe per contrastare il commercio fasullo: ci sono infatti tantissimi ambulanti che acquistano all'ingrosso dei prodotti che poi spacciano per antiquariato minore. Voglio comunque rassicurare tutti: a Omegna ci saranno ancora mercatini, stiamo già lavorando in tal senso con associazioni di riferimento del settore. Vogliamo dei mercatini- conclude Corbetta -che siano in grado di attirare un numero sempre maggiore di persone. Per farlo punteremo su hobbisti che trattano opere del loro ingegno e su mercatini gestiti da aziende che propongono prodotti artigianali e gastronomici”conclude Corbetta.

 

di Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa