logo1

La scuola di Stresa partner del Festival del Giornalismo Alimentare

Stresa panoramica1

Il mondo della comunicazione alimentare torna al centro del dibattito: dal 23 al 25 febbraio 2017, nella cornice storica della Biblioteca Nazionale di Torino, prenderà il via la seconda edizione del Festival del Giornalismo Alimentare.

Anche quest’anno la Scuola di Stresa sarà partner dell’iniziativa supportando l'accoglienza dell’evento con otto dei suoi studenti, accompagnati dal prof. Riccardo Fava. Tre giorni di confronto su uno dei temi di maggiore attualità, per una manifestazione che ha l’obiettivo di far incontrare una platea eterogenea di giornalisti, comunicatori, blogger, aziende, istituzioni, uffici stampa, scienziati, alimentaristi e influencer, con la media partnership di Rai Radio 1, che seguirà tutti i lavori del Festival dedicando all’evento l’intera puntata della trasmissione Coltivando il futuro di sabato 25 febbraio. “Siamo particolarmente felici di poter contare anche quest’anno sul supporto della Scuola di Stresa - sottolinea Massimiliano Borgia, direttore del Festival del Giornalismo Alimentare - La prima edizione ha visto più di mille accreditati e l’aiuto degli studenti dell'Istituto Maggia è stato fondamentale e molto apprezzato dagli ospiti, che in più occasioni si sono complimentati per la professionalità mostrata dai ragazzi”. Il Festival del giornalismo alimentare ha il patrocinio dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero delle Politiche Agricole, Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Comune di Torino, Università degli Studi di Torino, Slow Food Italia, Federazione Nazionale Stampa Italiana, Ordine dei Giornalisti del Piemonte e Associazione Stampa Subalpina. È realizzato con il contributo di Compagnia di San Paolo e Camera di commercio di Torino. Main partner: Ferrero, Coop, Cuki, CIA, ESCP Europe, Smat e Costadoro, con il supporto scientifico del Barilla Center for Food and Nutrition e il supporto formativo dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa