logo1

Pizzi: ''Sul Ciss il pd ha già deciso tutto''

 domo consiglio comunale1

Consiglio comunale ieri sera a Domodossola. Si è discusso di Ciss. Maggioranza boccia odg presentato dal Pd.

E' convocata domani pomeriggio l'assemblea del Consorzio Servizi Sociali: entro il 31 dicembre occorre rinnovare la convenzione con i Comuni, per non svuotare il Ciss di ogni sua utilità. L'appello a salvare il Consorzio è arrivato ieri sera in consiglio comunale a Domodossola attraverso una mozione del Partito Democratico. La consigliera del pd, Lilliana Graziobelli, si è augurata ''che giovedì si arrivi al rinnovo, perché ci vorranno due anni di lavoro per giungere ad un Ciss unico per tutta la provincia'' . La mozione ha visto l'astensione dei 5Stelle, il sì di Pd, e lista Cattrini ma è stata respinta dall'intera maggioranza.

Il sindaco domese Lucio Pizzi si è detto perplesso sulla proroga se fatta con la finalità di unificare i Ciss. ''Nessuno - dice il sindaco - ha visto lo studio sui vantaggi dell'unificazione ma già esponenti del Pd dettano la linea. A cosa serve uno studio da 6 mila euro se i soliti 3-4 hanno già deciso tutto?''.

Il Pd però insiste. Per Davide Bolognini l'obiettivo è '' salvaguardare il Consorzio con la proroga e lo studio di fattibilità è stato chiesto da Omegna e Verbania''.

Pizzi non ci sta: ''Avevo convocato un tavolo tecnico ma il vostro parlamentare Borghi ha dato l'ordine ai suoi soldatini di non venire, mentre il presidente della Provincia Costa ha convocato una riunione per presentare uno studio che non è stato ordinato dalla Provincia. Se il Ciss Ossola, come dice la Regione, è un fiore all'occhiello in Piemonte vorrei capire perché volete l'unificarlo agli altri due''.

Sull'argomento Ciss resta aperto il nodo migranti. ''Ribadisco - dice Pizzi - che deve essere ridotto il numero di migranti a Domodossola. Voi del centrosinistra siete ipocriti, parlate di accoglienza ma non li volete a casa vostra''.

Durante la seduta sono state approvati anche due ordini del giorno della maggioranza. Quello proposto da Fratelli d'Italia per una legge che imponga ai privati che gestiscono l'accoglienza di rendicontare le spese sostenute; il documento approvato con il sì del centrodestra e dei 5Stelle e sul quale si sono astenuti Pd e lista Cattrini. Infine, l'ordine del giorno della Lega che invita il Piemonte a seguire altre regioni del Nord per regolamentare l'afflusso di migranti. Lo hanno votato i nove consiglieri della maggioranza, contraria tutta l'opposizione.

 

Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa