logo1

Pizzi torna sul tema dei migranti

 

Denuncia il fallimento della diplomazia italiana in Europa e richiama il Prefetto sulla necessità di un regolamento per i richiedenti asilo

 
 
pizzi lucioNeppure il tempo di archiviare la serata con Matteo Salvini che Lucio Pizzi torna sul tema dei migranti. Prima per denunciare il fallimento della diplomazia italiana in Europa e quindi per richiamare il prefetto sulla necessità di un regolamento per i richienti asilo.
 
''Basta chiacchiere - dice il sindaco di Domodossola - . Francia, Spagna Germania e Belgio chiudono porti e confini, l’Austria è pronta a schierare soldati e carri armati e la Francia conferma il suo no ai migranti economici. Mentre il Governo Pd resta inerte davanti ad una invasione senza fine e senza regole''.
 
Nelle vesti di sindaco, Pizzi ribadisce quanto già detto in questi mesi: ''Non subirò i problemi che il Governo non vuole risolvere: non passa giorno senza una segnalazione di disagio da parte dei cittadini o senza la contestazione di un illecito ai migranti. Inoltre l’accordo Anci – Ministero dell’Interno per le quote di migranti non deve assolutamente essere rivisto, se non al ribasso''.
 
E ritorna sul controllo dei migranti ospitati nei centri di accoglienza. ''Vanno controllati davvero e non per finta - denuncia Pizzi - per evitare, come si è visto succedere a Domodossola, che possano sparire dandosi ad un’inquietante clandestinità''.
 
Rilancia l'obbligo di un loro rientro entro le ore 20 nelle strutture di accoglienza e chiede che i migranti restino nei Comuni dove sono ospiti.
 
Quindi invita il prefetto a ''valutare al più presto dei regolamenti di gestione dei centri di accoglienza non solo di Domodossola ma dell’intera Provincia, per garantire ordine pubblico e sicurezza a tutti i cittadini''.
 
 
 
di Renato Balducci
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa