logo1

Hotel Rigopiano. Danilo Bevilacqua è rientrato nel Vco. Il suo racconto

 verbania danilo bevilacqua

Hotel Rigopiano. Il racconto di Danilo Bevilacqua : " Situazione complessa ma quando sei lì non ci pensi "

Il capo reparto dei Vigili del Fuoco del Vco Danilo Bevilacqua, specialista del Soccorso speleo alpino fluviale, è stato tra i primi a intervenire sullo scenario drammatico dell'hotel Rigopiano. Era partito con la Colonna Mobile del Piemonte per l'emergenza neve a Teramo, ma durante il viaggio parte del gruppo è stato dirottato alla valanga che ha colpito l'hotel. I Vigili del fuoco hanno raggiunto Farindola con difficoltà perché le strade erano ormai bloccate e poi con gli sci sono arrivati sul posto. "L'ambiente era surreale - racconta Bevilacqua -, il rischio tra il terremoto e la possibile caduta di nuove valanghe era altissimo. C'era una vedetta che controllava la situazione. Noi non avevamo planimetrie, attraverso le foto dell'hotel su internet abbiamo cercato di farci un'idea di come era fatto l'hotel". Provvidenziale l'intervento di Fabio, sopravvissuto alla valanga, dove però pare purtroppo abbia trovato la morte la sorella, che ha indicato ai soccorritori come fossero dislocati gli ambienti della struttura e in quali punti ci fossero più possibilità di trovare le persone. "Poi ci ha guidati il nostro istinto da pompieri, abbiamo sentito l'odore come di una brace che poteva provenire dalla zona relax. Abbiamo concentrato le ricerche in quella zona. Ho sentito il collega che si era introdotto nel varco aperto che chiedeva quante persone vive ci fossero. Da lì in poco tempo abbiamo salvato prima il bambino, poi la mamma, e nel pomeriggio abbiamo portato fuori gli altri bambini". Per ogni gruppo di personale operativo c'erano tecnici e ingegneri che indicavano come muoversi in sicurezza. Sono state utilizzate tutte le strumentazioni, dalla pala alle nuovissime teconologie in dotazione ai Vigili del Fuoco, che hanno lavorato insieme a Soccorso Alpino e Guardia di Finanza. Grande coraggio, cuore, ma anche professionalità: "Noi siamo formati per questo. La situazione era molto complessa, ma quando sei lì non ci pensi, soprattutto quando sai che ci sono delle persone ancora vive da salvare". I Vigili del fuoco del Vco sono operativi nei territori colpiti dal terremoto da subito, dal 24 agosto scorso. "Ad oggi - spiega il Comandante provinciale Felice Iracà - ci sono due nostri uomini che hanno dato il cambio a Bevilacqua all'hotel Rigopiano e domani arriveranno altri due a sostituirli. Abbiamo poi 9 unità a Camerino e altri cinque partiranno domani mattina. Abbiamo fatto la nostra parte con un impegno continuo e continueremo a farla".

Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa