logo1

Solitario al Dea. Il parere di Nursind

 

Caso Dea.  Amerio ( nursind ) : " Ci aspettavamo più tutela da parte dell'Asl "

 

ospedale corsia

“Quando gli infermieri saltavano la pausa pranzo o accumulavano ore di straordinario nessuno li fotografava e pubblicava le foto su Facebook. La professionista in questo caso ha sbagliato, ma bisogna anche dare il giusto peso a questa vicenda”. Così Roberto Amerio, responsabile provinciale del sindacato Nursind, interviene sulla vicenda del gioco del solitario sul computer del triage, fotografato da una utente del Dea del Castelli e postato sul social network.. In seguito a quella foto ieri il direttore generale dell'Asl Giovanni Caruso ha disposto l'immediata disinstallazione di tutti i giochi dai computer aziendali, mentre il responsabile degli infermieri dovrà decidere eventuali provvedimenti disciplinari. “Rimarchiamo – dice Amerio – che la paziente era già passata dal triage e stava attendendo di essere chiamata in una sala interna per dei punti di sutura che non possono certo essere dati al triage. Diamo il giusto peso a quanto accaduto, credo che siamo ben lontani da casi di malasanità”. Per quanto riguarda la presa di posizione dell'Asl, Amerio commenta: “Ci attendevamo un po' più di tutela da parte dell'azienda nei confronti della dipendente, anziché esporla in questo modo”.

M.e.g.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa