logo1

Sicurezza per San Vito, riunione in Prefettura

 

Riunione per la sicurezza in vista della festa di San Vito a Omegna questa mattina in Prefettura: si è parlato delle nuove disposizioni del Ministero dell'Interno

 

verbania comitato ordine sicurezzzaEventi estivi: aumentano le norme di sicurezza su disposizione del Ministero dell’Interno. Per questo motivo questa mattina in Prefettura si è tenuta una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto Iginio Olita. Argomento dell’incontro i prossimi festeggiamenti di San Vito, in programma a Omegna dal 19 al 28 agosto. Presenti anche il questore Salvatore Campagnolo, rappresentanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, della Polstrada, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, la Polizia Provinciale, unitamente al Vice Sindaco di Omegna, il Comandante della Polizia Locale di Omegna e i rappresentanti del Comitato festeggiamenti della Festa di San Vito.  La riunione ha affrontato la pianificazione e le problematiche concernenti la prevenzione e la sicurezza della 114ma edizione della festa di San Vito, sotto l’aspetto della sicurezza dei partecipanti e della viabilità che impegna non solo il comune di Omegna, ma tutto il sistema integrato della sicurezza e dell’ordine pubblico statale e comunale. 

 

Seguiranno altri incontri di coordinamento, per garantire il buon esito di questa manifestazione che, per il numero dei partecipanti e la durata, necessita di una macchina organizzativa al fine della tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico.  Il Prefetto ha sottolineato che le nuove direttive statali non devono limitarsi all’organizzazione dei grandi eventi o alle regole per la partecipazione a questi, ma devono essere lette come strumenti migliorativi di pianificazione e programmazione a tutela della pubblica incolumità dei partecipanti.

 

Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa