logo1

Stato di agitazione all'Eremo. Lunedì incontro con il Prefetto

Stato di agitazione all’Eremo di Miazzina. Lunedì la Cisl incontra il Prefetto. Uil, Cgil e Fials contestano la presa di posizione

miazzina eremo

 

Stato di agitazione all’Eremo di Miazzina. La Cisl funzione pubblica denuncia sovraccarichi di lavoro, male organizzazione del personale, mancanza di infermieri e operatrici sanitarie. Temi che lunedì pomeriggio saranno sul tavolo di conciliazione chiesto al Prefetto del Vco. Nell’incontro, calendarizzato per avviare la così detta procedura di raffreddamento - una mediazione fra le parti tentata il Prefetto Olita – si entrerà nel merito della questioni. Alle 15.30 lunedì, a Villa Taranto, saliranno infatti rappresentanti della Cisl e i vertici dell’ Eremo. Tiziana Zazzali che rappresenta la Cisl verbanese è chiara nella sua denuncia : “ Ci troviamo di fronte a infermieri sottoposti a turni pesanti. Spesso parliamo di persone costrette a seguire per 10 ore 30,35 pazienti. Direi che è un carico di assistenza molto alto “. E non è tutto. Zazzali in un comunicato (diffuso alla vigilia dell’incontro in Prefettura) parla anche di “ ... reiterate violazioni del protocollo delle relazioni sindacali”. “ Siamo di fronte ad una grave e ripetuta lesione del ruolo sindacale nel proprio diritto ad esercitare la rappresentanza dei lavoratori” spiega Zazzali.

 

La dura presa di posizione della Cisl non è piaciuta ai rappresentati delle altre sigle sindacali locali. Cgil,Uil e Fials lamentano il mancato confronto circa la proclamazione dello stato di agitazione e in un comunicato stampa scrivono : “ Pensiamo che un’azione conflittuale contro l’azienda deve essere, non solo comunicata preventivamente ai lavoratori ma, deve essere discussa e approvata in un’assemblea del personale “. Indicano questo strada come indispensabile per evitare che la discussione in atto possa essere controproducente in caso si dovesse arrivare ad uno sciopero.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa