logo1

A San Vittore l'ultimo saluto a Giacomo Ramoni

C’erano gli amici di sempre ma anche tanta gente comune oggi per l’ultimo saluto a Mino Ramoni nella basilica di San Vittore a Intra

verbania funerali ramoni

 

La famiglia, gli amici di una vita, gli esponenti del mondo politico del Vco e non solo oggi hanno affollato la basilica di San Vittore a Intra per l'ultimo saluto a Giacomo, “Mino”, Ramoni, figura di spicco della vita politica del territorio. Ramoni si è spento venerdì dopo una breve malattia.

La Città di Verbania, di cui è stato sindaco tra il 1980 e il 1985, gli ha reso omaggio questa mattina, quando sotto i portici del municipio è stata allestita la camera ardente. C'era anche l'ex ministro alle Infrastrutture Nerio Nesi tra i tanti amici ed ex compagni di partito commossi.

Nel pomeriggio il rito funebre celebrato dal parroco don Costantino Manea. “Dobbiamo ringraziare Mino per il suo impegno come politico capace di cercare il bene per gli altri, in un mondo in cui alla politica interessano sempre di più le cose piuttosto che le persone”. Per questo il celebrante ha scelto il brano del Vangelo in cui si parla dell'ultimo Giudizio divino che si baserà sulla capacità di amare gli altri, soprattutto i più deboli. Ricordato anche il fortissimo legame di Ramoni con la moglie Pinuccia, sua sposa da 53 anni, i figli Carlo e Claudio e i nipoti. Ma anche con la montagna: è stato, infatti, tra i fondatori del Gruppo Escursionisti Valgrande.

Ramoni, tecnico di laboratorio al Cobianchi e per anni titolare del negozio La Tecnica a Intra, è stato esponente di spicco del Psi. E' stato anche sindaco di Cossogno e per diversi anni consigliere comunale.  

 

M.e.g.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa