logo1

Nuovo gestore per La Piana di Vigezzo

Un nuovo gestore per la Piana di Vigezzo: sarà una società di Gravellona Toce. Domani l'accordo al vaglio dell'Unione Montana

vigezzo la piana

 

Una buona notizia per la Piana di Vigezzo. La stazione sciistica vigezzina è da tempo in cerca di un rilancio.  Dopo un 2016 con la stagione invernale che è finita ancor prima di iniziare, ora si spera di poter accogliere nuovamente gli sciatori, neve permettendo, ovviamente.   primi fiocchi sono già caduti: e questo è di buon auspicio. Quello che però conforta l’Unione montana vigezzina è soprattutto il fatto di aver trovato un nuovo gestore per gli impianti. Alla procedura di indagine di mercato, ha  risposto una sola società: la “Vigezzo e friends”, di Gravellona Toce, disposta a subentrare alla “Funivia Piana di Vigezzo, srl”, una società pubblica che è stata messa in liquidazione.  La società subentrante si dovrà occupare della gestione della funivia “Prestinone-Piana”, nonché delle tre seggiovie e dello skilift. Non solo: dovrà assumersi i costi dei tre operai oltre che gli  oneri di gestione del comprensorio, “tra i quali la manutenzione degli impianti di risalita, nonché l’accollo delle eventuali perdite di gestione dovute all’insufficienza dei corrispettivi”. L'accordo prevede un canone annuale ‘simbolico’ di 100 euro “ e il riconoscimento all’Unione Montana di una quota dei ricavi complessivi ottenuti dalla vendita dei biglietti e dalla gestione qualora si dovesse presentare un utile d’esercizio, tenendo conto di eventuali investimenti effettuati dal concessionario. L’Unione montana in tale evenienza “destinerà questi introiti al miglioramento degli impianti stessi”. L’accordo avrà la durata di due anni, eventualmente con la proroga di un ulteriore anno. Domani sera si riunirà la giunta dell'ente vigezzino: "Andremo a definire gli ultimi dettagli per la concessione" spiega il vice presidente Paolo Giovanola -. Dai primi contatti con la società sappiamo che è loro intenzione pensare ad un rilancio a 360 gradi della Piana, che non passi solo dalla stagione invernale”. “Anche come Unione montana – conclude Giovanola - abbiamo in programma importanti investimenti".

 

Marco De Ambrosis

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa