logo1

Autovelox, Francini: ''E' nostro dovere garantire sicurezza''

L'ex sindaco di Druogno difende la scelta di posizionare i velobox sul territorio comunale

druogno velobox

 

Difende gli autovelox Giovanni Francini e difende la decisione di installare queste apparecchiature, respingendo così al mittente le critiche di chi disapprova quanto fatto dall’Unione montana. Ora, dopo la sentenza del giudice di pace di Verbania, che obbliga una automobilista a pagare la multa, Francini approfitta per dire cosa pensa: ‘’Grazie a tutti coloro che hanno fatto ricorso, senza volerlo hanno contribuito, a loro spese, a far pubblicità ai velobox e contribuito a far rallentare molti automobilisti senza dover fare altre multe e raccogliere entrate per il Comune’’.  Giovanni Francini è il vicesindaco di Druogno e assessore dell’Unione montana Valli dell’Ossola, ente che ha voluto l’installazione dei velobox sulle strade ossolane.

 

Da amministratore di Druogno dice: ‘’Siamo felici e contenti quando il Comune non incassa multe perché è segno che siamo in grado di fare il nostro dovere . Quando si incassano tante multe è segno che molti automobilisti il loro dovere non lo fanno. E’  giusto che l'amministrazione provveda in tutti i modi a far calare gli incassi, ma ci sono anche maleducati che se ne fregano dei pedoni, dei ciclisti, delle norme, delle leggi e del buon senso. I focosi laureati in legge o simili che hanno consigliato di fare ricorsi e piantar casino per una cosa prevista dalla legge e di buon senso, paghino almeno le spese del ricorso o almeno non se lo facciano pagare se l'hanno fatto loro’'.  

 

Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa