logo1

Crodino, domani sera al Foro Boario assemblea pubblica

Convocata dal sindaco Savoia domani sera a Crodo l'assemblea pubblica per discutere del futuro dello stabilimento Crodo e della produzione del Crodino. Appuntamento alle 21
 
crodino
Il sindaco Ermanno Savoia lo aveva promesso: ''Quando il quadro della situazione sarà meglio definito convocherò una riunione pubblica''. Detto fatto: domani sera a Crodo, alle 21,  si terrà un'assemblea per capire meglio cosa sta evolvendo nel panorama industriale della valle del Crodino.
Evoluzione  nata dalla decisione di Campari di vendere gli immobili e alcuni marchi prodotti in valle, ma di tenersi stretta il marchio ''dell'aperitivo biondo che conquista il mondo''. Per dirla con una delle pubblicità di questo prodotto che è legato al nome di Crodo. Dove il 'Crodino' è nato e dove sino ad oggi viene prodotto. Ad oggi...perché è ovvio che nonostante le rassicurazioni della Campari che la produzione rimarrà per altri 3 anni, c'è da chiedersi cosa succederà dopo. Magari di veder il 'Crodino'  fatto altrove, a scapito di quel territorio che lo ha visto nascere e che ha legato il suo nome.
Al Foro Boario, domani sera, politici e amministratori si interrogheranno su quanto sta accadendo  nello stabilimento di frazione Molinetto, rilevato dalla società Royal Unibrew.
La voce dei sindacati si è sentita poco e quindi si tratta anche di capire a livello occupazionale cosa uscirà da questo passaggio di proprietà.  I politici hanno esternato i loro dubbi e il loro l'interessamento, ora si aspettano i risultati.
Crodo intanto cerca di tutelarsi. E' stato contattato uno studio legale per capire come muoversi a salvaguardia del legale tra il marchio 'Crodino' e il paese.
 
Renato Balducci
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa