logo1

Craveggia boccia la centralina sul rio Vasca

Craveggia boccia il progetto della centralina sul rio Vasca. Esultano gli ambientalisti. Ultima parola alla Provincia 

vconotizie

 

Craveggia boccia la centralina sul rio Vasca ed esulta il Comitato "Salviamo il Paesaggio Valdossola". La questione è approdato nei giorni scorsi in consiglio comunale con le assise (8 a favore e 2 astenuti) che hanno votato il rigetto della variante al progetto, che insisteva ancora per un tratto su terreni gravati da uso civico. Una decisione che Salviamo il Paesaggio Valdossola giudica molto positiva, avendo fin dall’inizio osteggiato la realizzazione di questo impianto. Ma anche la posizione dell’amministrazione comunale è chiara da tempo:”Già nella prima conferenza dei servizi in Provincia, lo scorso 20 di giugno, avevamo dichiarato che non eravamo intenzionati a svincolare l’uso civico” precisa il sindaco Paolo Giovanola. Nella salvaguardia del fiume vigezzino hanno però giocato un ruolo importante anche gli ambientalisti che lo scorso 5 agosto avevano organizzato a Craveggia uno specifico incontro pubblico: in quell’occasione la sala dell’ex orfanotrofio era gremita di gente anche se – per dovere di cronaca è giusto precisarlo – il pubblico era formato quasi esclusivamente da turisti e vacanzieri: pochissimi i vigezzini. Durante l’incontro Filippo Pirazzi del Comitato Salviamo il Paesaggio Valdossola aveva lanciato l’allarme sull’esagerato numero di centraline in fase di progettazione o già realizzate nel Verbano Cusio Ossola, più di 200. Alla riunione era presente anche il presidente della Provincia. Stefano Costa, aveva chiarito ancora una volta la posizione dell’ente che rappresenta: che non è la controparte, poichè la provincia "non ha potere per legiferare in materia". Tornando alla decisione del consiglio comunale di Craveggia  Salviamo il Paesaggio Valdossola canta dunque vittoria: “ Dopo gli striscioni di protesta appesi sui muri e sui ponti del paese, le due escursioni naturalistiche, la riunione pubblica  e la mobilitazione di molte persone possiamo davvero annunciare – afferma Pirazzi - che lottare per la salvaguardia dei nostri corsi d'acqua, alla fine paga". La battaglia purtroppo non è ancora vinta – conclude l'ambientalista - perché la decisione di bocciare o autorizzare il progetto spetterà in ultima istanza all'amministrazione provinciale, ma questo è un punto pesante a nostro favore. E’ da questi risultati che dobbiamo ripartire più decisi che mai contro tutte le altre opere in progetto, fino a convincere le amministrazioni comunali  che questa è la strada giusta. Crevoladossola per Pozzomaglione e Verbania per il San Bernardino hanno dato il via alla riscossa”.

 

 

Marco De Ambrosis 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa