logo1

Omegna, riapre il punto di ristoro dell'Istituto comprensivo Beltrami

Dopo una riunione fra il dirigente scolastico e i gentiori degli studenti, il servizio di ristorno à stato ripristinato. Soressi : " Trovata soluzione. Speriamo possa essere definitiva

omegna istituto beltrami

 

Riparte la scuola, riapre il ristoro dell’istituto comprensivo “Filippo Maria Beltrami”, oggetto di qualche polemica nelle scorse settimane. Il servizio era stato, infatti, momentaneamente sospeso a causa del sovrannumero di ragazzi presenti. Dopo una riunione tra il dirigente scolastico, Alberto Soressi, e alcuni genitori, si è deciso di ripristinare il ristoro con numeri ridotti rispetto al recente passato. Il ristoro delle scuole “Beltrami” di Omegna era nato al tempo dell’amministrazione Mellano in supporto dei ragazzi in difficoltà a tornare a casa durante la pausa pranzo e impossibilitati a fermarsi a mensa a causa di ristrettezze economiche. Il sindaco Mellano e il dirigente scolastico Soressi avevano allora deciso di mettere a disposizione uno spazio dell’istituto comprensivo agli studenti con questo tipo di problema. “Avevamo deciso di istituire un servizio non dovuto per andare incontro alle famiglie – sottolinea Soressi –. Per tutelare la sicurezza avevamo affiancato durante la pausa pranzo un elemento del nostro personale Ata, al fine di garantire un minimo di sicurezza e di assistenza agli alunni”. Tuttavia, nel corso dell’ultimo anno scolastico i numeri sono cresciuti esponenzialmente, tanto che nello scorso mese di novembre i presenti al ristoro hanno superato quelli della mensa. “Siamo dovuti intervenire perché il nostro componente del personale Ata non bastava più a tutelare i ragazzi – spiega Soressi –. Il servizio aveva perso il significato originario e quindi doveva essere rivisto”. Dopo un paio di settimane di sospensione e dopo qualche polemica dei genitori sui social, le parti si sono incontrate in una riunione per decidere se riprendere il servizio. Le famiglie che hanno partecipato all’incontro e che hanno confermato l’interesse per il ristoro hanno visto il proprio figlio riaccettato. “Ho sempre detto che ero disposto al dialogo – aggiunge il dirigente scolastico delle “Beltrami” di Omegna –. Abbiamo trovato una soluzione, speriamo possa essere quella definitiva. Per il futuro magari vorremmo coinvolgere qualche persona di fiducia delle famiglie con la collaborazione del centro per l’impiego”. 

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa