logo1

Cooperazione transfrontaliera Italia-Francia: a Torino il comitato di sorveglianza

torino palazzolascaris

La Regione Piemonte ha ospitato i lavori del Comitato di Sorveglianza del programma di cooperazione territoriale Italia – Francia, ALCOTRA 2014 – 2020, che riunisce le regioni italiane Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria, e le regioni francesi Auvergne-Rhone-Alpes e Provence-Alpes-Côte d’Azur, oltre a soggetti istituzionali di area vasta, quali città metropolitane, province e dipartimenti.

 

Presieduto dall’assessore regionale all’Ambiente, Alberto Valmaggia, il comitato ha deliberato stanziamenti per 12,6 milioni di euro su progetti relativi all’innovazione e 16 milioni per proposte riguardanti i cambiamenti climatici e i rischi naturali.

Fra i progetti finanziati, 16 coinvolgono il territorio piemontese: dall’ambito universitario alla Regione, ai soggetti istituzionali della Città metropolitana di Torino e della Provincia di Cuneo, a singoli consorzi e associazioni. La lista dei progetti finanziati sarà pubblicata prossimamente sul sito: www.interreg-alcotra.eu

“La riunione di oggi si è svolta in un clima di grande collaborazione e condivisione – ha detto l’assessore Valmaggia – e ha messo in evidenza come i territori piemontesi siano fortemente impegnati con i partner francesi a sviluppare ipotesi progettuali che abbiano ricadute positive sull’economia regionale”.

Il Programma Italia – Francia ALCOTRA, Alpi Latine Cooperazione TRAnsfrontaliera, copre il territorio alpino tra la Francia e l’Italia e riguarda la Città metropolitana di Torino, la provincia di Cuneo, le unioni e i comuni dei territori interessati. Nel 2015 sono entrati nel vivo i bandi finanziati per il periodo 2014 – 2020 del Programma di cooperazione Territoriale Europea (INTERREG), che mira a promuovere la creazione di un mercato unico attraverso azioni destinate a ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle diverse regioni europee. La cooperazione transfrontaliera coinvolge direttamente il sistema degli enti territoriali piemontesi, che possono partecipare a progetti singoli o di area vasta attraverso la candidatura negli appositi bandi predisposti dalle autorità di gestione competenti.

Il periodo 2014-2020 è il quinto di programmazione ALCOTRA. Dal 1990 il programma ha sostenuto circa 600 progetti per complessivi 550 milioni di euro di finanziamenti comunitari.

Il programma contribuisce alla strategia Europa 2020 e coinvolge occupazione, ricerca e innovazione, educazione, inclusione sociale e riduzione della povertà, cambiamento climatico ed energia ed è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale, quale strumento di attuazione della politica di coesione dell’Unione.

La Regione Piemonte è impegnata nel ruolo di indirizzo, in qualità di ente programmatore, nel fare sistema con gli altri attori delle aree vaste coinvolte, nel definire linee strategiche per soddisfare le esigenze dei territori piemontesi, nell’attività di animazione territoriale finalizzata all’informazione e promozione dei programmi della cooperazione transfrontaliera e nel supporto dei beneficiari delle azioni per l’individuazione, l’elaborazione e l’attuazione dei progetti.

Comunicato Stampa

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa