logo1

Csi Piemonte: dal consorzio una positiva attenzione ai piccoli comuni

vconotizie

"Ritengo molto importante quanto il CSI Piemonte ha voluto scrivere nel Piano di attività 2017 riferito ai piccoli Comuni e alle Unioni montane. Prosegue infatti un proficuo percorso nel quale il Consorzio offre agli Enti dei fondamentali servizi nel quadro dell'Agenda digitale.

Dovremo con la Regione rafforzare l'azione di supporto agli Enti del CSI, assieme a CSP, TopIX, Torino Wireless, Link e Ires per dare ai territori montani strumenti diretti e prodotti legati all'innovazione. Siamo sulla strada giusta e Uncem sosterrà la Regione nella costruzione di una specifica 'Agenda digitale Montagna'. È un lavoro che può finalmente ridurre il gap digitale ed economico dei territori, rispetto alle aree urbane". Così il presidente Uncem Piemonte Lido Riba nell'analizzare le opportunità di crescita e di innovazione delle terre alte, con un legame sempre più forte tra la Delegazione, gli Enti montani, i soggetti che in Regione si occcupano di Ict, telecomunicazioni, servizi e piattaforme digitali. CSI, nel Piano di attività, ha inserito una piattaforma formativa che si sta costruendo con Anci e Uncem, specifica per amministratori, nonché la necessità di un'Agenda digitale per le Aree interne, che si accompagni alla Strategia nazionale, parallela all'attuazione del Piano banda ultralarga con i suoi 290milioni di euro per dotare tutte le "aree a domanda debole" di fibra ottica e sistemi wifi per la trasmissione dati. Tra i 129 Consorziati del CSI, vi sono 15 Comunità e Unioni montane piemontesi. "Come le analoghe strutture di altre Regioni - prosegue Riba - CSI dovrà guardare all'industria 4.0 e ai 'territori liberi' dove fare sperimentazione. Non solo Torino e Regione, ma tanto più lavoro per le aree interne, mai come oggi capaci di domanda ma senza una vera offerta armonizzata. CSI può accompagnare il lavoro nei nostri enti assieme a start up e nuove imprese sui canali green e smart. Più idee e più forza sull'agenda digitale regionale, sul piano banda ultralarga, su cloud e sistemi informativi integrati tra Comuni, per incidere e ridefinire maldestre politiche centralizzate".

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa