logo1

Primo bagno di folla per il nuovo acquisto della Paffoni Giovanni Bruni. Quasi un centinaio i tifosi presenti alla presentazione al Palabagnella. " Quando una società solida e seria come Omegna chiama, non si può dire di no. C'è stata questa possibilità di mercato e l'ho colta al volo. Sono qui per provare a vincere, perchè conosco le ambizioni della piazza: si percepisce- le parole del play guardia classe 1981- la grande passione che c'è. Gli obiettiivi sono importanti, ma io sono abituato a guardare vicino e non lontano: la prima partita da affrontare è il derby con Oleggio, reduce dalla vitttoria a Pavia. Sarà dura e io spero di poter subito dare il mio contributo alla squadra". A fare gli onori di casa il presidente e patron Ugo Paffoni. " Per i problemi fisici con cui siamo costretti a fare i conti da inizio anno, ci serviva un innesto e Bruni era perfetto per le nostre esigenze. Un regalo di Natale ai tifosi? Diciamo che abbiamo tutti in testa quello che dobbiamo raggiungere: il ritorno in serie A e nulla va lasciato al caso- le parole di Paffoni

Sono tante le iniziative per i primi 40 anni del Basket Rosmini. Tra queste la scelta del quintetto ideale: si possono indicare due nomi per ruolo, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contattando direttamente Michele Marinello. Terza possibilià quella di compilare una apposita scheda che sarà distribuita nelle prossime partite casalinghe. Si possono votare giocatori ed allenatore dal 1978 ad oggi esclusi i componenti del  roster attuale

baskettando

Una lunga chiacchierata con Alex Simoncelli, capitano della Paffoni. Questa sarà la puntata di Baskettando di questa sera. Con le ultime sul fronte mercato: la Paffoni infatti è vicinissima ad un gran colpo, l'acquisto di Giovanni Bruni, play guardia classe 1981, capocannoniere del girone D e primo in classifica a Barcellona

benedusi

Si chiude con l'ennesima vittoria per la Paffoni il girone d'andata. I ragazzi di Ghizzinardi sbancano anche San Miniato, 68-59, dominando la partita dal 1' e chiudono al giro di boa con 28 punti, record storico per la società. In doppia cifra ci vanno Dip, Arrigoni e l'mpv Villa, bene anche Fratto e Benedusi con 9 punti. Impresa Mamy a Pavia: Oleggio vince all'ultimo secondo con un canestro di Hidalgo

Le parole di Ghizzinardi prima dell'ultimo impegno della Paffoni a San Miniato domani sera. " San Miniato-l'analisi pre partita del coach fulgorino- è una squadra scorbutica, cambiata rispetto all'anno scorso quando aveva grande pericolosità offensiva grazie a Stefanelli e Giarelli. Ora invece predilige basare il proprio marchio di fabbrica sulla difesa: cambiano con tutti e dunque sono un osso duro. Serve qualità e speriamo di averne a sufficienza per portare a casa un'altra vittoria. Non abbiamo certamente la pancia piena e vogliamo chiudere il girone d'andata con la quattordicesima vittoria, anche perchè le nostre inseguitrici non mollano: Firenze e Urania Milano saranno con noi fino alla fine e per questo non possiamo permetterci distrazioni e passi falsi-conclude il coach della Paffoni

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa