logo1

Vogogna, approvato il piano di protezione civile

 vogogna alto

Via libera del consiglio comunale al piano che pianifica gli interventi di protezione civile e assistenza alla popolazione in caso di calamità

Vogogna ha un nuovo Piano di Protezione Civile. Il Consiglio Comunale dell'antica capitale dell'Ossola Inferiore, infatti, nella seduta di lunedi 19 marzo tenutasi come consuetudine presso Palazzo Pretorio, ha con voto unanime votato il nuovo documento di pianificazione degli interventi di protezione civile e di coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alle popolazioni colpite. L'adozione del nuovo provvedimento, avvenuta alla presenza in sala di tutto il gruppo locale di Protezione Civile, consente di focalizzare in particolare le situazioni di rischio alle quali l'abitato di Vogogna è maggiormente esposto, con le conseguenti azioni da compiere. Sono tre i principali fronti di rischio di Vogogna: le esondazioni del fiume Toce e dei suoi affluenti, l'incendio boschivo e l'incidente rilevante dello stabilimento chimico Hydrochem di Pieve Vergonte. Di una fascia inferiore di rischio il passaggio di convogli sulle due linee ferroviarie che attraversano il paese (la Novara-Domodossola e la Milano-Domodossola), mentre il rischio sismico è classificato nella classe di minore pericolo. Sulla scorta del documento predisposto, e approvato, nel corso della discussione consiliare è emersa la necessità di coordinarsi in modo stringente con i vicini comuni di Pieve Vergonte, Piedimulera e Premosello Chiovenda, vista la natura dei rischi che intersecano più competenze amministrative, e i relativi gruppi di protezione civile coi quali approntare specifiche giornate di mobilitazione e di esercitazione sui principali fattori di rischio. Il Consiglio Comunale ha poi provveduto, sempre all'unanimità, ad approvare il nuovo statuto del Distretto Turistico del Laghi -cui il Comune di Vogogna aderisce- la convenzione con l'Associazione Culturale Ossola Inferiore per la gestione dell'ufficio turistico e dell'apertura al pubblico del Castello (per il quale l'assessore alla cultura e turismo Laura Filippa ha comunicato l'incremento dei visitatori da 7.100 dell'anno 2016 agli 8.400 del 2017), la convenzione con il Comune di Baceno per la commemorazione dei caduti di Goglio.  Votato anche il regolamento comunale che stabilisce le  modalità operative del cosiddetto "testamento biologico", nonchè una correzione formale dell'importo Tari del 2018 che lascia inalterate le percentuali di diminuzione della tariffa per l'anno in corso. Ratificata infine una variazione di bilancio con la quale si è introiettato il contributo regionale di 1,5 milioni per l'arginatura del Toce in zona Masone-Gerbioni, si sono stanziati i fondi per la sistemazione del pavimento della palestra comunale e dell'accesso alla scuola materna e si è attribuito un contributo alla Parrocchia per lo svolgimento della manifestazione della Passione. Nelle comunicazioni iniziali, sono state fornite alcune informazioni circa le attività in corso: l'avvenuta pubblicazione delle richieste di intenti per la variante al piano regolatore, la chiusura delle osservazioni per l'ampliamento del Parco Nazionale della Valgrande e l'avvio del lavoro di nuova perimetrazione da parte della commissione consiliare, l'adesione del Comune al sistema "Alert System", l'avvenuto trasferimento del Comune di Vogogna al CISS Verbano, la dotazione del Fondo Vogogna Solidale, i lavori pubblici relativi alle scuole, alla manutenzione del territorio e alla chiusura delle opere per la strada di Genestredo. Interpretando i sentimenti di tutto il consiglio comunale, il capogruppo di maggioranza Marco Stefanetta ha infine formulato al Sindaco Enrico Borghi i migliori auguri e complimenti per la sua rielezione alla Camera dei Deputati, circostanza che rende lustro all'intera comunità vogognese.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa