logo1

Mercatone Uno. M5S : " Soluzione positiva solo per un lavoratore su tre"

 movimento 5 stelle

Per i grillini piemontesi l'accordo è un colpo all'economia del territorio regionale

Mercatone Uno, soluzione positiva solo per un lavoratore su tre. Un epilogo che lascia l'amaro in bocca ed un ulteriore colpo all'occupazione del territorio piemontese.

“Oggi prendiamo atto della vendita di Mercatone Uno a due società rispettivamente alla società Shernon per 55 punti vendita e 13 punti vendita rilevati da COSMO. All’appello ne mancano oggi 13, che al momento non hanno trovato l’interesse dei compratori”. E’ quanto affermano i deputati del MoVimento 5 stelle Davide Crippa e Jessica Costanzo insieme al Consigliere regionale Francesca Frediani.

“Sul territorio piemontese – proseguono - dovrebbero riaprire alcuni punti vendita come Mappano, Romagnano Sesia e Serravalle Scrivia che insieme a quelli ancora attivi oggi verrebbero venduti all’operatore Shernon, mentre il negozio di Biella verrà rilevato dal marchio Globo. Sempre la Shernon hodling srl, riconducibile ad imprenditori italiani e stranieri detenuta al 100% dalla Star Alliance limited con sede a Malta, rileverà tra gli altri i punti vendita di Crevoladossola e Gravellona Toce nel Vco, e quelli di Caltignaga, Trecate e Pombia nel Novarese”.

“Se possiamo accogliere positivamente questo interesse commerciale - concludono - non possiamo non segnalare le preoccupazioni legate ai lavoratori che stando alle proposte da discutere ancora con le parti sindacali prevedono tagli pesanti al numero di occupati. I dipendenti erano infatti, nel 2017, poco meno di 3050, con un migliaio di esuberi in due anni di Naspi. Di questi sembra che solo una piccola parte avranno un contratto full time, gli altri lavoreranno part-time”.

Davide Crippa, deputato M5S

Jessica Costanzo, deputato M5S

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa