logo1

13 comuni sottoscrivono i “Patti per la sicurezza urbana”

prefettura vale bassa

Inizia l'operazione di installazione e potenziamento degli impianti di videosorveglianza

 

Comunicato stampa della Prefettura Ufficio territoriale del Governo del Verbano Cusio Ossola-

Si è proceduto , nella mattinata odierna presso questa Prefettura, alla sottoscrizione dei “Patti per la sicurezza urbana”, in attuazione delle disposizioni di cui all'art. 5 della legge del 18 aprile 2017, n.48, che indica i patti sottoscritti tra Prefetto e Sindaci tra i principali strumenti per la promozione della sicurezza urbana, ai fini di una positiva incidenza sulla percezione dei cittadini e sulla vivibilità dei territori.

In particolare, la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, nonché il contrasto del degrado urbano potranno essere perseguiti anche mediante l'installazione degli impianti di videosorveglianza, per la cui realizzazione il decreto del Ministro dell'Interno del 31 gennaio u.s. ha stanziato specifici finanziamenti (15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019).

Nei prossimi giorni, e comunque entro il termine normativamente previsto del 30 giugno prossimo, potranno essere presentate presso questa Prefettura le relative istanze di ammissione a finanziamento.

Per essere ammessi alla fruizione di tali risosrse, il comune dovrà non soltanto aver preliminarmente sottoscritto il patto per la sicurezza con la Prefettura, ma anche predisposto il relativo progetto , preventivamente approvato in sede di “Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica”.

I comuni di questa provincia che in data odierna hanno sottoscritto il patto per la sicurezza sono: Verbania, Domodossola, Omegna, Baceno, Belgirate, Cambiasca, Cannobio, Re, Santa Maria Maggiore, Stresa e, in forma associata, Ornavasso, Premosello Chiovenda e Vogogna.

Il Prefetto Olita ha sottolineato l'importanza della firma odierna, non soltanto per i comuni di maggiore dimensione e ad alta vocazione turistica, ma anche per i comuni posti lungo la linea di confine con la Svizzera, ai fini del potenziamento dell'attività di vigilanza e controllo alle frontiere.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa