logo1

"VivAmo Villa" replica al governo Toscani

 villa cons

A pochi giorni dal consiglio comunale il gruppo di minoranza replica alle parole dell'assessore Cittadino circa le scarse disponibilità finanziarie del Comune

COMUNICATO STAMPA - Le dichiarazioni di alcuni Assessori, in particolare dell’Assessore al Bilancio Cittadino e del Vicesindaco non eletto Romeggio, durante l’ultimo Consiglio Comunale sono molto significative e danno l’esatta misura di ciò che abbiamo tentato invano di spiegare all’elettorato di Villadossola: la lista Villa 2.0, capeggiata da Toscani, stava presentando un programma basato su fantasie, suggestioni e vuote promesse.
Nonostante i suoi 19 anni di esperienza come amministratore di Villadossola infatti (9 in maggioranza, 10 in minoranza) l’allora candidato e oggi Sindaco Toscani ha sempre evidenziato notevoli lacune nella capacità di approfondire la lettura del Bilancio Comunale. Durante i Consigli Comunali per la presentazione dei Bilanci di previsione degli ultimi 10 anni, Toscani si è sempre presentato in Consiglio con dichiarazioni di voto scritte in precedenza – da chi? – riassumibili con queste poche parole: smettete di lamentarvi del fatto che non ci sono soldi, siete voi che non sapete trovarli.
Appurato che qualsiasi Amministrazione Pubblica, a qualsiasi livello di Governo, quando viene eletta in discontinuità con l’Amministrazione precedente passa i primi due anni a dare le colpe a quest’ultima, suona comunque stonato il coro di lamentele dei componenti della Giunta per il fatto di avere trovato scoperti alcuni capitoli, in particolare da parte dell'Assessore al Bilancio Cittadino –  che ha partecipato  per cinque anni con assiduità e costanza alla riunioni della Commissione Bilancio in cui sono state più volte sviscerate ed esplicitate le difficoltà di bilancio sulla gestione corrente –  ma altresì da parte della persona di maggiore esperienza di tutto il gruppo, ovvero il Vicesindaco non eletto Romeggio.
Ma come? Sono anni che viene ripetuto che non ci sono soldi, che gli Enti Locali sono in crisi, che i Comuni sono sul lastrico, che il Comune di Villadossola non fa eccezione e sta peggio di altri a causa si scelte fatte in passato (alcune di queste, a scopo esemplificativo: troppe case popolari, troppo debito contratto in anni precedenti al 2007, oppure la scelta scellerata di non allineare la durata del mutuo per la costruzione della centrale sul Rio Arsa alla durata dei certificati Verdi lasciando cinque anni senza copertura); ora scopriamo che i nuovi amministratori non si sono curati di leggere il Bilancio Comunale prima di candidarsi e prima di scrivere un programma elettorale traboccante di promesse?
Queste persone, che oggi ci amministrano, dove hanno vissuto fino a qualche giorno fa? Sulla base di quale approfondimento hanno basato le promesse di dare più soldi alle associazioni per le feste e lo sport, dare impulso al commercio e all'artigianato, realizzare una cucina in ogni scuola, portare maggiore pulizia in paese, assumere più Vigili, aumentare le telecamere di video-sorveglianza, organizzare più servizi per gli anziani, migliorare i servizi per i giovani, dotare Villa di una biblioteca più grande, assicurando contestualmente la riduzione delle Imposte Comunali che quei cattivoni della sinistra hanno aumentato troppo!
In merito alle sofferenze sulla TARI e sull'evasione in generale “denunciate” dall’amministrazione come se per loro, anche questa, fosse una novità, vale la pena ricordare che nella “Relazione di fine Mandato” dell’Amministrazione precedente, alle pagine 42 e 43, sono evidenziate le azioni svolte per il recupero di evaso di oltre un 1,6 milioni di euro negli ultimi sei anni, riducendo nel contempo da 5 a 2 anni successivi alla scadenza i controlli sui pagamenti, con l'obiettivo dichiarato di arrivare ad effettuare i controlli nell'anno successivo e garantire equità tra i cittadini.
La campagna elettorale è finita, il tempo della propaganda è passato: è il momento di amministrare, di realizzare quanto promesso, di non cercare di attribuire colpe per giustificare l'immobilismo e nemmeno di spostare l'attenzione su un'apparente rigidità verso chi è più in difficoltà per mascherare l'inadempienza; è il tempo di "battere i pugni sui tavoli", parola del Sindaco.

ViviAmo Villa - Gruppo Consiliare di Villadossola

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa