logo1

Disinteresse Asl VCO, dura nota delle case di riposo

I responsabili delle strutture parlano di richieste alle quali non è mai stata data risposta e stigmatizzano questo comportamento

Comunicato stampa - Le scriventi RR.SS.AA. durante questi mesi difficili hanno sostenuto un peso gravoso organizzativo ed economico talvolta drammatico.

La presenza dell’ASL VCO in questo processo è stata spesso più una speranza che una certezza.

Per questo motivo, appena possibile è stata chiesta l’apertura di un canale di dialogo e confronto per approfondire temi importanti e pressanti che hanno ricadute forti sulla vita delle persone affidateci: persone con fragilità e compromissioni importanti.

Con l’ASL VCO si sono tenuti ben tre incontri tra giugno e inizio di luglio a cui hanno partecipato rappresentanti delle RR.SS.AA. e la Direzione Generale, coadiuvata dal Direttore del Distretto Sanitario del VCO.

Per brevità di comunicazione elenchiamo i temi posti:

- Possibilità di scorrimento tecnico della graduatoria, “congelando” la posizione di quelle persone (solitamente con demenze e disturbi comportamentali) non isolabili in Struttura per l’effettuazione della quarantena.

- Richiesta di intervento degli specialisti nelle Strutture, dato che chi esce per una visita o per ricovero deve poi subire un isolamento “tecnico” (quarantena) al ritorno in Struttura come possibile ipotetico infetto.

- Chiarezza sui tamponi da effettuare, poiché la situazione è stata lasciata in mano alle Strutture, stante che il SISP non intende più occuparsene.

- L’assenza pesante dell’UVG al tavolo di lavoro.

- L’assenza dei geriatri nelle Strutture i quali, ad oggi, effettuano valutazioni solo telefoniche.

-Confronto sulla gestione dei nuovi ingressi e sulle liste d’attesa.

- L’ASL aveva promesso una nota scritta che confermasse il riconoscimento della fascia alta incrementata nei primi 15 gg. di ogni ricovero, quale ristoro per il forzato isolamento delle persone, dato il maggior assorbimento di risorse organizzative.

- Chiarezza per quanto concerne il rientro post ricovero delle persone dagli Ospedali e dalle visite.

- Screening agli Operatori e agli ospiti delle RR.SS.AA.

Questi sono i temi concreti posti durante gli incontri con ASL VCO e a cui NON è stata data NESSUNA risposta.

Vogliamo stigmatizzare il comportamento, sinonimo di completo disinteresse. Infatti, mentre a parole viene dichiarata la disponibilità nei fatti, dopo oltre due mesi, non ci sono state risposte concrete di nessun tipo.

Desideriamo assicurare, che continueremo nella nostra battaglia in difesa delle RR.SS.AA. e dei diritti di coloro che vi sono ricoverati anche denunciando a gran voce la mancanza di risposte e gli atteggiamenti dilatori che dovessimo affrontare.


Casa di Riposo S. Antonio - Ameno

Fondazione Istituto Sacra Famiglia ONLUS –Verbania

Fondazione “Massimo Lagostina” R.S.A. – Omegna

Fondazione Opera Pia dr. Domenico Uccelli Onlus – Cannobio

Residenza Integrata Socio Sanitaria – Premosello Chiovenda

RSA “Samonini Rozio Balassi” – Domodossola

RSA San Rocco – Verbania

RSA “T. Ceretti” – Domodossola

RSA Villa Serena – Orta san Giulio

Villa Presbitero R.S.A. – Vogogna


Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa