logo1

Immovilli e Chifu intervengono dopo l'incontro a Torino con Delrio

verbania forza silvio

Criticano il Pd e sulla ss 34 ribadiscono la richiesta del riconoscimento dello stato di crisi

 
 
Comunicato stampa - Dopo aver atteso 17 giorni per vedere il Ministro Delrio a Torino, - lo stiamo ancora aspettando a Verbania per vedere con i suoi occhi il pericolo del versante della SS34.
 
Il Partito Democratico partorisce il topolino dalla montagna. L'accordo di programma a maggio è il massimo che si è ottenuto oggi dalla riunione in Regione ? Non scherziamo. 
 
Forza Italia congiuntamente al Club Forza Silvio Verbania  ribadisce con forza che il governo Gentiloni deve portare immediatamente il problema al tavolo del Consiglio dei Ministri per dichiarare lo stato di crisi della SS34 del lago Maggiore e attivarsi per finanziare l'intera tratta lunga di 6 km che allo stato attuale non può garantire la messa in sicurezza. 
 
Oggi registriamo l'inconsistenza dei dirigenti del PD Non è possibile attendere i tempi del Partito Democratico e del Ministro Delrio che forse sono troppo impegnati per il congresso del PD, invece che prestare attenzione al nostro territorio con una soluzione immediata senza aspettare giugno per capire cosa fare e come finanziare le opere. 
 
Forza Italia per conto del Presidente del Club Francesco Sirtori come annunciato nei giorni seguenti la frana porterà le istanze del territorio in tutte le sedi operative per promuovere ogni azione necessaria a salvaguardia della sicurezza degli automobilisti che transitano ogni giorno per vedere riconosciuto un intervento risolutivo in tempi brevi.  
 
Ancora una volta il Partito Democratico che governa a tutti i livelli territoriali ha dimostrato a conti fatti di giocare a tatticismi che non portano nulla di buono al VCO.
 
Gruppo Consigliare Forza Italia Berlusconi
 
I Consiglieri Michael Immovilli e Adrian Chifu 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa