logo1

Clonava targhe per evitare multe. Aostano denunciato

polstrada

Sette mila euro di multa per il motociclista di Aosta che ha clonato le targhe di alcuni motocicli 

Nei giorni scorsi personale dell’Ufficio di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Verbania ha concluso un’attenta e scrupolosa attività di indagine denunciando a piede libero per uso di atto falso e truffa aggravata un cittadino italiano di 58 anni residente ad Aosta, per aver utilizzato sul proprio motociclo una targa contraffatta.
Gli accertamenti erano iniziati nel mese di giugno, quando in occasione del passaggio del Giro di Svizzera, gli agenti della Polizia Stradale di Verbania avevano rinvenuto a terra una targa apparentemente contraffatta, poco prima della Dogana Elvetica.
I numeri alfanumerici corrispondevano a quelli di un motoveicolo di proprietà di un cittadino residente nella provincia di Reggio Calabria, che alcuni anni prima aveva denunciato alla Stazione Carabinieri del suo paese la clonazione della targa. Al malcapitato continuavano infatti ad arrivare sanzioni al Codice della Strada per mancati pedaggi autostradali e per eccessi di velocità rilevati con Autovelox, senza aver mai circolato negli ambiti territoriali oggetto delle contestazioni amministrative.
Gli investigatori della Stradale, attraverso una minuziosa analisi e comparazione di dati ed immagini rilevate dai sistemi di videosorveglianza, sono riusciti però a dare un’identità al probabile responsabile degli illeciti, ottenendo dalla Procura della Repubblica di Verbania un decreto di perquisizione e sequestro a suo carico.
Nel corso delle operazioni, supportate anche da personale della Polizia Stradale di Aosta, veniva rinvenuta presso l’abitazione dell’indagato un’ulteriore targa contraffatta, abilmente occultata, oltre a bulloneria e viti che consentivano l’applicazione perfetta ed aderente delle targhe false a quella originale, tutto al fine di eludere gli Autovelox, i sistemi TUTOR, i pedaggi autostradali, gli obblighi assicurativi e di revisione del motociclo di sua proprietà.
Gli agenti hanno quindi sequestrato la moto ed ogni altro elemento pertinente ai reati contestati. A carico del soggetto indagato sono stati inoltre elevati verbali per violazione al Codice della Strada per un importo complessivo di circa 7.000 euro.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa