logo1

Ufficio Agenzia Entrate, le puntualizzazioni dell'Unione Valle Ossola

domo cmvo
La giunta dell'Unione montana Valle Ossola risponde alle affermazioni rilasciate dal sindaco Pizzi nell'ultimo consiglio comunale
 
COMUNICATO STAMPA - Apprendiamo dagli organi di stampa che durante l’ultimo Consiglio Comunale di Domodossola, nel rispondere ad un’interpellanza presentata dal Consigliere Bolognini relativa al trasferimento dell’Agenzia delle Entrate dalla sede dell’Unione Montana all’Ex tribunale di via Marzabotto, il Sindaco Pizzi avrebbe detto “di essere stato informato dall’Unione che a fine anno 2016 scadeva la convenzione con l’Agenzia delle Entrate”; prosegue poi dicendo che “l’Unione non aveva alcuna intenzione di rinnovare l’accordo per il mantenimento degli uffici a Domodossola, con l’unico scopo di fare un dispetto, una ripicca contro Domodossola”.  Dopodiché, stando a quanto riportato sui giornali, sembrerebbe che tutta l’Ossola debba ringraziare il Sindaco Pizzi di “non essere stato a dormire sulla mancanza di serietà dell’Unione” e di avere invece agito per salvare tutti noi dal depauperamento di un ulteriore servizio del quale gli ossolani stavano per essere privati, l’Agenzia delle Entrate appunto.  L’Agenzia continuerà quindi ad avere i sui uffici a Domodossola SOLO grazie all’intraprendenza e alla generosa disponibilità del Sindaco Pizzi, che ha trovato spazi adeguati nel polo di servizi amministrativi creato nell’ex tribunale… 
 
Accidenti come siamo fortunati, noi ossolani, ad avere il Sindaco Pizzi! 
 
Già, peccato le cose non stiano così. 
 
Peccato che il sindaco di Domodossola non abbia MAI accettato, dal suo insediamento in poi, di incontrare il Presidente e la Giunta dell’Unione dei Comuni, ente di cui il Comune di Domodossola faceva parte, per discute delle varie questioni aperte che riguardavano Domodossola quanto tutti gli altri Comuni, tra cui questa; peccato che non abbia risposto alla richiesta dell’Unione  di convocare di una riunione tra il Comune di Domodossola e i Presidenti delle Unioni per discutere del problema relativo alla scadenza della convenzione con l’Agenzia delle Entrate;  peccato che successivamente non abbia partecipato, né lui né nessun rappresentante del Comune di Domodossola, alla riunione  - infine convocata dall’Unione - per discutere del mantenimento a Domodossola degli uffici dell’Agenzia delle Entrate: avrebbe verificato che i Presidenti delle Unioni dei Comuni, condividendo la fondamentale importanza del mantenimento a Domodossola di quel servizio ai cittadini e alle imprese, si erano detti disponibili a suddividersi pro-quota i costi derivanti dal mantenimento degli uffici dell’Agenzia delle Entrate nella sede di Via Romita, costi che fino ad allora erano stati sostenuti dalla Comunità Montana. 
 
L’unico impegno che si chiedeva al Comune di Domodossola in quella fase, e lo si chiese più volte, era di sottoscrivere con l’Agenzia delle Entrate la prosecuzione della convenzione per il loro permanere negli uffici di via Romita, ovvero gli stessi uffici che già occupavano e da diversi anni. Va ricordato che l’impegno di sottoscrivere la convenzione con l’Agenzia delle Entrate lo si chiedeva al Comune di Domodossola non per mera capziosità, ma unicamente per il fatto che l’Unione si trovava in una fase di transizione a causa della quale non aveva ancora preso in carico la gestione dell’edificio di Via Romita - assegnatagli per decreto commissariale -, presa in carico che è avvenuta formalmente solo a marzo 2017. 
 
Solo verso fine anno (2016) si conobbe la reale motivazione delle tante mancate risposte ai solleciti inoltrati dall’Unione: il Sindaco Pizzi stava lavorando sottobanco per portare l’Agenzia delle Entrate da un’altra parte!  E senza dirlo a nessuno, senza nessun confronto con il resto del territorio che fino ad oggi ha sostenuto i costi per il mantenimento a Domodossola di un servizio così importante, il Sindaco Pizzi ha concordato con la direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate il trasferimento in altro luogo degli uffici, sottoscrivendo la convenzione di cui siamo venuti a conoscenza soltanto a cose fatte. 
 
Ad Aprile 2017, dopo avere deliberato in Consiglio la presa in carico dell’edificio di Via Romita, ed essendo finalmente divenuta l’Unione  titolata a disporne pienamente la gestione, ritenemmo utile scrivere all’Agenzia delle Entrate per informarli dell’avvenuta presa in carico e per ribadire la nostra disponibilità ad evitare loro il trasloco  degli uffici, offrendogli di rimanere nei locali di Via Romita alle medesime condizioni già  in essere con la Comunità Montana (ovvero a titolo gratuito, utenze luce e gas comprese).  
 
La risposta dell’Agenzia delle Entrate, come tutti ricordiamo, fu negativa e ora ci troviamo con: • un trasloco dell’Agenzia delle Entrate previsto per marzo 2017, poi spostato a giugno, poi spostato a ottobre (forse novembre….) che si poteva evitare • soldi pubblici spesi dall’Agenzia delle Entrate per un trasloco non necessario • soldi dei cittadini di Domodossola che verranno spesi per il mantenimento di un servizio che andrà a vantaggio di tutti i cittadini ossolani, quando questi costi sarebbero potuti essere ripartiti molto più equamente su tutti gli ossolani attraverso le Unioni dei Comuni 
 
E in tutto questo dovremmo anche accettare in silenzio che il Sindaco Pizzi ci apostrofi dai banchi del Consiglio Comunale di Domodossola dandoci delle persone poco serie? Suvvia…. 
 
La Giunta dell’Unione dei Comuni delle Valli dell’Ossola 
 
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa