logo1

Il progetto Aree interne va avanti. Riunione oggi a Domo

 vconotizie 00
 
Prosegue a step il programma " Aree interne". A fine percorso il territorio ossolano avrà a disposizione 12 milioni di euro per sviluppare progetti contenuti della Strategia
 
Si è conclusa la seconda delle riunioni in programma in questi giorni presso l’Unione dei Comuni delle Valli dell’Ossola, per proseguire il percorso di stesura della Strategia d’Area in ambito al programma “Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI)”.
 
La riunione, presieduta dal Sindaco Bartolucci in qualità di Presidente dell’Unione e referente d’area, è  iniziata questa mattina alle 9,30 e ha visto la partecipazione di molti amministratori dei Comuni dell’Unione, di una rappresentanza dei dipartimenti Regionali coinvolti nella Strategia, di quattro rappresentanti del comitato nazionale SNAI provenienti da Roma, e dei rappresentanti di molti enti e associazioni coinvolti come stakeholders nella iniziativa  tra i quali Gal Laghi e Monti, Unione Industriali, Confartigianato, Coldiretti, Consorzio Filiera Forestale, Aree Protette dell’Ossola, Camera di Commercio, Distretto Turistico oltre ad alcuni portatori di interessi diffusi. Gli argomenti trattati nella riunione odierna sono temi legati alle strategie di sviluppo dell’area, quali turismo sostenibile, green economy, agricoltura di montagna, energia.
      
Nella riunione analoga che si è svolta lo scorso giovedì si sono trattati argomenti relativi ai diritti di cittadinanza  quali sanità, istruzione, trasporti alla quale hanno preso parte, oltre agli attori istituzionali del territorio e della Regione, la delegazione nazionale SNAI e alcuni rappresentanti di ASL VCO, di Comazzi Trasporti, degli Istituti Scolastici Comprensivi, del Tribunale del Malato, del CISS, dell’associazione ROTEX, di Ars.Uni.VCO.
 
I due confronti appena conclusisi tra i rappresentanti del territorio ed il Comitato Nazionale sono stati due degli incontri fondamentali per il passaggio dall’attuale livello di progettazione, ovvero il Preliminare di Strategia, al successivo e definitivo livello di progettazione/programmazione, ovvero la Strategia d’Area, ultimo passaggio formale prima della sottoscrizione della Accordo di Programma Quadro tra L’Unione del Comuni, la Regione Piemonte ed il Governo Nazionale.
 
Al termine di questo percorso il territorio avrà a disposizione circa 12 milioni di euro per perseguire gli obiettivi contenuti nella Strategia. Si prevede che per la redazione del Documento definitivo di Strategia d’Area serviranno ancora circa due mesi di lavoro; successivamente, stando alle esperienze di altri territori, sappiamo che dall’approvazione del Documento di Strategia passeranno circa altri 2 mesi per poter sottoscrivere l’APQ.
 
     
Un lungo lavoro, iniziato nel 2012 con la candidatura del territorio alla SNAI, che ha visto l’inserimento della Valle Ossola tra le Aree Pilota approvate dalla Regione Piemonte nel 2014, e che ha visto la Giunta dell’Unione e gli amministratori dei Comune dell’Unione impegnati in confronti sempre più serrati sui  temi oggetto della Strategia per l’individuazione delle problematiche del territorio, delle aspirazioni condivise a cui tendere in prospettiva e delle strategie comuni per raggiungere gli obiettivi dati.
Prossime riunioni a Torino e Roma nei mesi di dicembre e gennaio. 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa