logo1

Omegna rilancia con forza l'idea della fusione

Fanno gola gli incentivi economici; si guarda a Germagno ma anche a Nonio e alle Quarne

omegna municipio1

 

L’esempio è quello che arriva dalla vicina Varallo Sesia: dopo la fusione con Sabbia, diventata operativa dal 1 gennaio, nelle casse del comune arriveranno 1,2 milioni all’anno per dieci anni. E così il sindaco di Omegna Paolo Marchioni rilancia con forza l’idea di una fusione con un comune vicino, già ipotizzata nei mesi scorsi. In soldoni, significherebbe, stando ad alcune stime, 15 milioni di investimenti in dieci anni. “ I contributi previsti per i comuni che si uniscono sono aumentati del 10%. Ecco perché credo- le parole del primo cittadino- che sia una partita da giocare a carte scoperte. Non solo, è una partita che voglio giocare in prima persona nei prossimi mesi. Penso al dialogo soprattutto con Germagno, ma anche con Nonio e le due Quarne- spiega Marchioni. Dal sindaco di Germagno, Sebastiano Pizzi, arriva una grande apertura. “ Io concordo con questa filosofia- così Pizzi- anche perché non è una fusione tra piccoli comuni ai quali mancherebbero comunque i servizi obbligatori, ma è una fusione tra un comune che ce li ha già tutti i servizi ed un altro i cui cittadini avrebbero dei benefici. I contributi potrebbero essere usati per miglioramenti alle strade, alle infrastrutture, ai servizi alle persone. Senza dimenticare la ripercussione turistica, con il balcone sui laghi che rappresenta l’Alpe Quaggione- conclude Pizzi. Più freddo invece il sindaco di Quarna Sotto Paolo Gromme” Ci sono troppi elementi che oggi non saprei governare, né domare né valutare: i quarnesi non amano Omegna, si sentirebbero, e non potrei dar loro torto, dominati. Inoltre penso che se Omegna avesse una storia amministrativa, culturale, sociale e turistica invidiabile chi non vorrebbe farne parte? Purtroppo non credo sia così, almeno fino ad oggi: il futuro invece è sulle ginocchia degli dei- conclude con ironia Gromme. 

 

di Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa