logo1

Montefibre quater: sei persone rinviate a giudizio

La decisione del Gup Beatrice Alesci è arrivata questa mattina, nell’aula gremita dalle parti civili: familiari delle vittime dell’amianto e malati, oltre alla Cgil

 verbania tribunaled

 

Si è conclusa con il rinvio a giudizio dei sei imputati l’udienza preliminare del processo Montefibre Quater. La decisione del Gup Beatrice Alesci è arrivata questa mattina, nell’aula gremita dalle parti civili: familiari delle vittime dell’amianto e malati, oltre alla Cgil. L’accusa, sostenuta dal sostituto procuratore Nicola Mezzina che ha coordinato le indagini anche dei tre precedenti procedimenti, sono di omicidio colposo e lesioni colpose nei confronti di lavoratori tra gli anni 70 e 80 nell’ex stabilimento Montefibre di Viale Azari. Gli imputati, che all’inizio del terzo processo erano 9, ora sono 6. Si tratta di ex dirigenti dello stabilimento. Sono ventotto invece i casi tra morti e malattie amianto correlate contenute nel fascicolo del pm. Il quarto processo inizierà così a maggio. Intanto è recentissima la sentenza di primo grado del terzo, dello scorso 22 dicembre, che si era concluso con l’assoluzione di tutti gli imputati. In corso ancora il secondo Appello di Montefibre Bis, dopo l’annullamento della sentenza di condanna da parte della Cassazione. I giudici torinesi hanno disposto nuove perizie per stabilire la connessione tra esposizione all’amianto in fabbrica e sviluppo delle malattie, asbestosi e mesoteliomi. Nonostante l’amarezza per l’assoluzione di dicembre, la Cgil va avanti, come aveva anticipato Gerardo Ramunno, un riferimento per tutti gli ex lavoratori malati: “Non ci arrenderemo” aveva detto.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa