logo1

La capogruppo verbanese Stefania Minore si autosospende dalla Lega

Motivo della frattura, la scelta dei candidati da schierare nelle liste delle prossime elezioni politiche

minore stefania

 

“Non mi riconosco più in questa Lega”. La capogruppo verbanese Stefania Minore annuncia così la sua autosospensione dal partito di Matteo Salvini. Il motivo della frattura sta nella scelta dei candidati da schierare nelle liste delle prossime elezioni politiche, tra cui spicca anche quello dell’ex senatore verbanese Enrico Montani, capolista per la Lega al Senato nel collegio proporzionale Piemonte 2. “La Lega Nord alla quale ho aderito tre anni fa – dichiara Minore – non è quella che è diventata ora. La Lega di Salvini ha ritenuto di candidare alcune persone inopportune e imbarazzanti per il territorio, lo dimostra il nome di Enrico Montani inserito nel listino al Senato, un posto sicuro che non si merita”. Conclude Minore: “Mi prendo un momento di riflessione, confidando nel ritorno della Lega Nord”. Sulla decisione di Minore il segretario cittadino del Carroccio Roberto De Magistris commenta: “Non posso fare altro che prendere atto della decisione di Stefania, che si è voluta prendere una pausa di riflessione”. Secondo indiscrezioni, comunque, Minore non sarebbe l’unica nella sezione verbanese della Lega Nord a nutrire profondo malcontento nei confronti delle scelte di Salvini che riguardano le candidature nelle liste del Piemonte.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa